Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Gianluca Vialli, le ultime parole prima di morire: sul web spunta il video

  • Sport

Gianluca Vialli è morto a 58 anni: alla fine l’ex calciatore di Samp, Juventus e Nazionale si è dovuto arrendere. Troppo forte, troppo subdolo l’ultimo avversario da affrontare: un tumore al pancreas scoperto cinque anni fa che non gli ha dato scampo. A dicembre l’annuncio doloroso di dover abbandonare gli impegni con la Nazionale (era capo delegazione) a causa della ricomparsa della malattia. Era ricoverato a Londra al Royal Marsden Hospital e nell’ospedale londinese si è spento. I funerali si terranno in Inghilterra in forma strettamente privata.

Una delle ultime interviste di Gianluca Vialli è stata per la miniserie Netflix “Una semplice domanda” in cui l’ex campione si è confessato a cuore aperto e ha parlato delle sue paure e della necessità di spendere il tempo in modo corretto, della necessità di non sprecarlo perché “non so quanto vivrò”. Nel suo lungo discorso Gianluca Vialli ha detto ad Alessandro Cattelan quanto, a suo avviso, la malattia non sia assolutamente sinonimo di sofferenza. La stessa racchiude anche bellissimi momenti: “La malattia ti può insegnare molto di come sei fatto, ti può spingere anche più in là rispetto al modo anche superficiale in cui viviamo la nostra vita. La considero anche un’opportunità”.

Leggi anche: Vialli, attacco feroce a Fedez: “Volevi fare un selfie con il morto”. La sua replica

vialli ultima intervista


Gianluca Vialli, l’ultima intervista: “Ha paura di morire”

Ha ribadito un concetto più volte espresso: il tumore come un compagno di viaggio che prima o poi si sarebbe stancato di lui: “Cerco di non perdere tempo, di dire ai miei genitori che gli voglio bene. Mi sono reso conto che non vale più la pena di perdere tempo e fare delle str***ate. Fai le cose che ti piacciono e di cui sei appassionato, per il resto no, non c’è tempo. Siamo qui per cercare di capire il senso della vita e io ti dico: ho paura di morire”.

vialli ultima intervista

Gianluca Vialli ha detto di non avere idea di cosa avrebbe potuto trovare dall’altra parte “quando di spegnerà la luce”, ma al contempo di essere, in un certo senso, eccitato dal volerlo scoprire: “Mi rendo anche conto che il concetto della morte serve per capire e apprezzare la vita. L’ansia di non poter portare a termine tutte le cose che voglio fare, il fatto di essere super eccitato da tutti i progetti che ho, è una cosa per cui mi sento molto fortunato”.

vialli ultima intervista

Infine l’ultimo passaggio in cui dice di poter vivere più a lungo possibile. Si sentiva fragile e si domandava se stesse facendo la cosa giusta per sé e le sue figlie: “In questo senso, cerco di essere un esempio positivo, cerco di insegnare loro che la felicità dipende dalla prospettiva attraverso la quale tu guardi la vita. Cerco di spiegare loro che non devi darti delle arie, devi ascoltare di più e parlare di meno, migliorarti ogni giorno, devi ridere spesso e aiutare gli altri. Secondo me, questo è un po’ il segreto della felicità. Soprattutto cerco di fare in modo che abbiano l’opportunità di trovare la loro vocazione”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]dia.it

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004