Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Un co…!”. Le Iene, Rocco Siffredi in lacrime, poi il gesto choc: partono calci e pugni nella stanza

Rocco Siffredi in lacrime: poi partono calci e pugni

Rocco Siffredi in lacrime: poi partono calci e pugni. Attimi di grande tensione a Le Iene quando il re dell’hard all’italiana viene raggiunto da Roberta Rei che chiede spiegazioni, assieme ad Alisa Toaff, la giornalista che lo ha denunciato per molestie. Per chi non conoscesse la storia facciamo un passo indietro. Rocco Siffredi dopo un’intervista della Toaff, aveva contattato la giornalista per farle delle avance: “Sei bona”, gli aveva detto con un messaggio audio su WhatsApp, poi la cosa era degenerata.

>> “Ho avuto un tumore”. Valerio Scanu, l’annuncio choc: “Perché finora non ve ne ho parlato”

Prontamente, Alisa lo aveva denunciato per molestie e ora Le Iene tornano da lui, con lei, per chiedere spiegazioni. Quello che succede però è totalmente inaspettato, perché la reazione di Siffredi lascia tutti a bocca aperta, sopratutto le due giornaliste. L’attore dice: “Senti, più che dirti che tutto dipende dalla mia testa, può darsi che sia instabile, può darsi che come hai detto tu sia depresso, può darsi che abbia dei problemi”.

Rocco Siffredi in lacrime: poi partono calci e pugni


Rocco Siffredi in lacrime: poi partono calci e pugni

E ancora Rocco Siffredi: “Ma non mi va di curarmi, non mi va di prendere antidepressivi perché penso di essere più forte della depressione, è la verità. Però evidentemente qualcosa non va e quindi la cosa migliore da fare è fare un passo indietro, cercare di ritrovare me stesso. Maleducazione, il non rispetto, ma soprattutto il problema più grande è che ho fatto, con un insulto, due insulti: ho fatto male a due donne perché mia moglie è stata male”.

Rocco Siffredi in lacrime: poi partono calci e pugni

Rocco Siffredi a questo punto sconvolge tutti e inizia a piangere come un bambino di fronte alle giornaliste e alle telecamere. Poi si alza e da un forte calcio al muro e una manata. Le due restano di sasso e lui si dispera: “Perché sono un cog…. Mia moglie è la persona più importante che ho. Vedere i miei figli che dicono ‘Papà sei un coglione. Quando lo capisci che ti amiamo? Quando lo capisci?’ Vedere mia moglie è così, perché e tu…Io non so come spiegare. Io non ho inventato la serie, la serie è la mia vita”.

Conclude Siffredi: “Ho avuto problemi con la famiglia, non riesco a raccontare altro che la mia vita. È mi dispiace vedere quello che ho combinato a te e quello che ho combinato a mia moglie e ai miei figli”. La donna allora dice: “È stato un errore, è umano. Io voglio precisare: Rocco non mi ha mai toccata fisicamente. A me quello che mi ha spinto a denunciare sono stati gli ultimi due vocali, li ho trovati gravi, sessisti e comunque denigranti nei confronti di me stessa (“Vai a prende dei c… ne hai bisogno”), sia come professionista che come donna”.

Leggi anche: William e Harry, cosa è successo dopo il messaggio per Kate: “È finita male”


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004