“Mi sono commosso, devo dirlo”. Sanremo 2021, Amadeus non si trattiene in conferenza stampa

Amadeus, la reazione commossa arriva dopo la messa in onda di Sanremo 2021. Il direttore artistico e conduttore del Festival della musica italiana si è espresso durante la conferenza stampa tenutasi dopo la prima serata. Anche alla luce dei dati di ascolto della prima serata del Festival di Sanremo 2021, Amadues non si è trattenuto nel comunicare a tutti il suo pensiero.

La reazione da parte del conduttore prescinde dai numeri registrati. In una contesto che vede ancora un periodo di emergenza sanitaria, i dati Auditel sono secondari: “Io devo dire che sono quasi commosso di tutto questo. Era una prima puntata che aspettavamo da mesi, con una grandissima difficoltà, una dietro l’altra. Sentire questi dati, mi riempie di gioia. È stato un Sanremo diverso anche nella costruzione. Si è partiti con l’idea della nave, con presenze illustri, che il Covid ci ha portato via. Anche portare i fiori con il carrello non è una bella cosa, dopo una o due gag sempre un carrello è”. (Continua a leggere dopo la foto).


Insieme con il direttore Rai, Stefano Coletta, Amadeus ha esternato apertamente le sue considerazioni in merito a un debutto di un appuntamento attesissimo dal pubblico italiano, ma che fino all’ultimo ha rischiato di saltare. Con una media comunque considerevole di telespettatori, pari a 8.363.000 e con il 46,6% di share, il bilancio è stato ritenuto “positivo”. (Continua a leggere dopo la foto).

“Mancano un milione e mezzo di teste rispetto alla platea complessiva rispetto allo scorso anno visto il mese di slittamento. La media del 47% è in linea con gli ultimi 10 anni. La prima serata 2020 non è confrontabile. Un mese di differenza determina quello che ho detto, una platea inferiore e poi non c’era neanche lo scontro con la partita lo scorso anno”. (Continua a leggere dopo le foto).

“La cosa interessante è che non si era mai raggiunto il target della fascia 15-24 anni, in particolare ragazze e sul complessivo siamo al 64%: è la prima volta anche rispetto all’anno scorso. C’è un grandissimo ringiovanimento di target, grazie alla scelta del direttore artistico sul cast dei cantanti”. Il direttore Rai ha poi concluso: “Nessuno di noi aveva la contabilità come principio nel costruire questo Festival. Dobbiamo stare comunque concentrati per le prossime puntate: siamo comunque arrivati a milioni di persone”.

Andrea Zelletta dopo il GF Vip la prima notte con Natalia Paragoni: “Fino alle 6 del mattino”