Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Alice Sabatini figlia Amadeus Sanremo 2022

“Non è il momento”. Sanremo 2022, Amadeus gela tutti: la sue parole a poche ore della fine del Festival

Sanremo, è tutta un’altra storia. Ricordate il finale della scorsa edizione? Amadeus e Fiorello, stremati al termine di un evento fortemente condizionato dall’assenza del pubblico e dalla presenza, massiccia, delle polemiche. I due non fecero tanti giri di parole: “Basta così”. Invece poi sappiamo tutti come è andata. Amadeus ha ripreso in mano il timone dell’edizione appena conclusa con la vittoria di Mahmood e Blanco e ha fatto un successone.

Certo anche in quest’occasione non sono mancati gli attacchi. L’ultimo dei quali davvero clamoroso. Ad alzare la voce è stata Donatella Rettore. L’artista, che ha presentato il brano “Chimica” in duetto con Ditonellapiaga, se l’è presa con la direzione del Festival. La cantante ha puntato il dito contro quello che è apparso a lei, e non solo, come un favoritismo nei confronti di Gianni Morandi. Lui, e Jovanotti, hanno potuto cantare un medley con canzoni che non facevano parte della storia della kermesse. A lei questa possibilità non è stata concessa.

amadeus prossimo sanremo proposta


Ma gli ascolti hanno comunque premiato Amadeus e le sue scelte. E nella conferenza conclusiva il direttore artistico e conduttore di Sanremo 2022 ha affermato: “È stato un Festival da… Brividi. La mia paura più grande? Quella di prendere il Covid”. Poi, sulla domanda che in tanti si stanno facendo, ovvero se sarà ancora alla conduzione anche l’anno prossimo, Ama ha risposto sibillino: “Avremo modo di parlarne insieme, ci penserò”.

amadeus prossimo sanremo proposta

Sul rischio Covid Amadeus ha spiegato: “Alla vigilia avevo detto in maniera sbruffona che se mi fossi ammalato, saremmo rimasti tutti qui per dieci giorni. Ma la mia più grande paura era contagiarmi. Non c’era un piano B e ogni volta che facevo il tampone ed era negativo, uscivo dalla stanza che sembrava avesse segnato Lautaro”. Sull’ipotesi della conferma alla guida del prossimo Festival voluta dall’ad Rai Carlo Fuortes Ama ha dato una risposta piuttosto aperta e che non ha chiuso affatto la questione.

​​”Sono onorato della proposta dell’amministratore delegato di rimanere per il prossimo festival. Lo ringrazio, ma come ha detto Fuortes dobbiamo ragionare a menti riposate”. Non sono bastati, dunque, i 13 milioni e 380mila telespettatori con uno share del 64,9% di media nell’ultima serata. Subito dopo, comunque, Amadeus ha aggiunto: “Fare Sanremo per me è un lavoro molto lungo, ma vale per tutte le cose che faccio. C’è bisogno di idee, di forza, di prendere le cose in maniera molto seria. Avremo modo di vederci e chiacchierare serenamente. Rai è casa mia”.

Da parte dell’ad Rai Carlo Fuortes solo parole al miele per Amadeus: “C’è un amico che mi suggerisce: si potrebbe sostituire il cavallo morente davanti all’ingresso di Viale Mazzini con una statua equestre di Amadeus. Ecco, se fosse ancora vivo Francesco Messina – ha scherzato Fuortes – gli avremmo chiesto la nuova statua”. E infine: “Squadra che vince non si tocca. Sarebbe pazzesco non partire da qui, è ovvio con questo successo – ha concluso Fuortes – Ma dobbiamo parlarci e il primo a volerlo deve essere Amadeus. Per ora non c’è niente di definito”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004