Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Epidemia di tigna in Spagna: cosa sta succedendo

Allarme dai parrucchieri, boom di contagi di tigna in Spagna: come si trasmette, i sintomi

  • Salute

Epidemia di tigna in Spagna. La fastidiosa malattia (super contagiosa) è tornata a far paura. Sembra che i focolai, con ben 107 casi confermati nella penisola iberica, siano tutti da attribuire all’interno di alcuni Barber shop, ovvero dal barbiere. Si tratta di un disturbo dermatologico che oramai sembrava debellato e che invece sta facendo la sua ricomparsa. C’è poi da dire che sin dal 2021, c’è stato un aumento verticale di casi sul cuoi cappelluto.

A riportare la vicenda è lo studio pubblicato sulla rivista Actas Dermo-Sifiliográficas. Ma cosa sarebbe la tigna? Parliamo di un fungo che colpisce soprattutto i bambini dai sei mesi ai 12 anni di età. Si tratta di un’infezione che genera prurito, desquamazione della zona, perdita di capelli e, in alcune occasioni, infiammazione, suppurazione, dolore o febbre. Insomma, niente di leggero qualora si contraesse. Oltretutto è una malattia che è davvero molto contagiosa.

Leggi anche: “Quello che sta succedendo fa impressione”. L’allarme di Matteo Bassetti sul Covid

Epidemia di tigna in Spagna: cosa sta succedendo


Epidemia di tigna in Spagna: cosa sta succedendo

Le autorità spagnole stanno ancora cercando la causa dell’esplosione del contagio. E come dicevamo sembra che i casi si stiano diffondendo sopratutto tra i giovani per via dell’assidua frequentazione dei più giovani dei barbieri. Gli esperti fanno anche presente che il tipo di taglio adottato in questo periodo rappresenta un innalzamento del problema.

Epidemia di tigna in Spagna: cosa sta succedendo

Parliamo dell’acconciatura “a scalare” (ma anche doppio taglio) o rasato sulla nuca. In questo caso, l’uso assiduo degli strumenti “avrebbe potuto favorire la diffusione della tigna attraverso rasoi elettrici infetti”. Alla base di tutto poi il solito rimedio: la pulzia. È sempre meglio prediligere un Barber shop pulito e igienizzato rispetto a uno troppo spartano.

Epidemia di tigna in Spagna: cosa sta succedendo

“È probabile che il materiale da barba contaminato venga condiviso tra i diversi clienti di alcuni parrucchieri che non tengono conto delle norme di disinfezione del materiale”, danno quindi sapere gli esperti. Gli esperti fanno poi sapere che il contagio avviene per contatto diretto tra le spore del fungo e il cuoio capelluto della persona colpita. Insomma, tutta l’attenzione sembra focalizzata sui rasoi elettrici. Occhio!

Leggi anche: “Cosa fare a Natale”. Covid, i consigli di Fabrizio Pregliasco per il cenone


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004