Coronavirus, contagiato un minorenne in Italia. Risultato positivo al test

Mentre sale il numero di contagi in Italia, soprattutto in Lombardia, si registra il caso di un ragazzo minorenne risultato positivo al Covid-19: ha 17 anni ed è Valtellinese. Si tratta di un giovane che vive in Val di Dentro, a margini della nazione nei pressi di Livigno, ma studia all’istituto agrario di Codogno. Venerdì, dopo esser tornato nel paese della provincia di Sondrio famosa per l’acqua Levissima, ha iniziato ad avere la febbre e gli è stato fatto il tampone all’ospedale di Sondrio.

In Italia il bilancio dei contagiati da coronavirus supera dunque gli 80 casi, comprese le due persone finora decedute e un paziente dimesso. Solo in Lombardia i casi sono 89. A causa dell’emergenza coronavirus oggi, domenica 23 febbraio, sono state anche annullate tre partite di Serie A: Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Inter-Sampdoria. Si tratta di uno degli effetti del decreto varato dal Consiglio dei ministri dopo una seduta straordinaria tenutasi sabato sera, durante la quale è stato disposto anche l’isolamento totale per le due zone focolaio del virus in Italia, nel Lodigiano e a Vo’ Euganeo, in Veneto. (Continua a leggere dopo la foto)


Sono al momento oltre cinquantamila le persone che non potranno uscire dalle zone di residenza e nessuno potrà accedere in queste zone. In Lombardia e Veneto si fermano anche le università. Tutte le attività didattiche delle università lombarde saranno sospese dal 24 al 29 febbraio secondo quanto reso noto da Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo e Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Lombarde. (Continua a leggere dopo la foto)

“Riteniamo che, in assenza di diverse indicazioni da parte delle Autorità, tutte le attività potranno riprendere lunedì 2 marzo”, si legge in una nota. “L’evoluzione della situazione relativa alla diffusione del Coronavirus impone l’adozione di misure cautelative a tutela della salute pubblica e del sereno funzionamento delle attività istituzionali di tutti gli atenei della Lombardia, stante la naturale e massiccia mobilità degli studenti, lombardi e non, all’interno del territorio regionale”, le parole di Remo Morzenti Pellegrini. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Parlando del coronavirus la virologa Ilaria Capua ha ricordato l’importanza del senso di responsabilità di fronte ai focolai italiani. “Non c’è tempo di dire ‘Io non credo a quel che mi dicono le istituzioni’. Non c’è tempo per fake news, teorie del complotto, negozionismo”, ha detto la Capua secondo cui è fondamentale rispettare con attenzione le regole e le linee guida proposte dalle organizzazioni internazionali che saranno recepite dallo Stato, dalle Regioni, dai Comuni. “In questo momento non c’è tempo per l’improvvisazione”, ha avvertito la virologa.

Ti potrebbe anche interessare: Coronavirus Italia, il costo dell’Amuchina alle stelle: “Siete degli sciacalli!”