Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Rave Party Modena Sgombero

Rave di Modena, l’intervento improvviso di Giuseppe Conte

  • Italia

In queste ore non si fa altro che parlare del rave party di Modena e dello sgombero, disposto dal ministro dell’Interno del governo Meloni, Matteo Piantedosi. E questo mega raduno organizzato per festeggiare Halloween è diventato uno dei temi principali della politica, infatti diversi esponenti hanno rotto il silenzio sulla vicenda. Uno dei primi a intervenire è stato il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, che sui social ha anche postato un filmato che riguardava le fasi live dello sgombero della manifestazione.

Inoltre, a proposito del rave party di Modena e del successivo sgombero da parte delle forze dell’ordine senza fortunatamente momenti di tensione, Salvini ha scritto: “Modena, sgombero e sequestri in corso al rave party. Pugno duro contro droga, insicurezza e illegalità. È finita la pacchia”. Sul social network Twitter parola anche al vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri: “La saggezza e l’esperienza del ministro Piantedosi sono una risorsa per l’Italia e per la legalità”. Polemica la reazione del leader del Movimento Cinque Stelle, Giuseppe Conte.

Leggi anche: ”Vorrei farti felice”. Giuseppe Conte, pioggia di like per la foto con il padre Nicola. Nessuno prima di oggi lo aveva mai visto

Rave Party Modena Sgombero Reazioni Politiche


Rave party di Modena e sgombero: le reazioni dei politici

Il rave party di Modena è stato interrotto e c’è stato lo sgombero intorno alle ore 10 del 31 ottobre. Gli impianti che trasmettevano la musica sono stati spenti e non c’è stata tensione né scontro con la polizia. Coloro che stavano prendendo parte all’evento hanno abbandonato il capannone e lo hanno anche pulito. Una volta compreso il pericolo, visto che la struttura era considerata pericolante, i ragazzi sono andati via. Il sito Repubblica ha raccolto la testimonianza di una giovane: “Abbiamo reagito nella maniera giusta, non vogliamo lo scontro”.

Rave Party Modena Sgombero Reazioni Politici

Tornando ai politici, Giuseppe Conte ha affermato: “Ok stretta sui rave, ma governo spieghi Predappio. Ben vengano azioni mirate a maggiore prevenzione e contrasto dell’illegalità, ma allo stesso modo ci aspettiamo dal titolare del Viminale e dal Governo una parola chiara sulla sfilata delle duemila camicie nere di Predappio, dove inni fascisti e braccia tese hanno evidenziato, qualora ve ne fosse bisogno, la labile linea di confine che divide la ‘nostalgia dall”apologia”. Felice il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.

Bonaccini ha affermato: “Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a una soluzione positiva che ha permesso di tornare a una situazione di normalità rispetto a un evento organizzato illegalmente e in un capannone inagibile, uno spazio, quindi, che non poteva essere utilizzato in alcuna maniera. l prefetto, il questore, il sindaco di Modena, oltre ovviamente al ministro dell’Interno, coi quali sono rimasto in contatto in queste ore”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004