Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Non ha senso…”. Pierluigi, ammazzato a coltellate nel centro storico del suo paese: “Il suo corpo preso anche a bastonate”

  • Italia
Pierluigi, ammazzato a coltellate al centro storico del suo paese

Pierluigi, ammazzato a coltellate al centro storico del suo paese. Un dramma, quello che ha colpito il piccolo comune di Esino Lario, in provincia di Lecco. Un gesto di un’efferatezza estrema. L’uomo, di 53 anni, è stato aggredito in strada, a poche decine di metri dal comune della cittadina. Prima sembra sia stato accoltellato, dopodiché il corpo sarebbe anche stato colpito con un bastone. L’omicidio è avvenuto intorno alle 9.30 nei pressi di via Giuseppe Verdi, a poche decine di metri dal centro.

>> “Vi porto queste notizie”. Ponte 25 aprile 2024, Giuliacci avvisa gli italiani: le previsioni

Come dicevamo la vittima si chiama Pierluigi, di cognome Beghetto: si tratta di un assessore comunale in carica a Esino. Il politico era un amministratore dell’ente e si sospetta che il gesto potrebbe essere collegato un qualche modo alla sua carica. Chiaramente sul posto sono arrivati con grande celerità i paramedici di Areu, l’Agenzia di emergenza e urgenza della Regione Lombardia.

Pierluigi, ammazzato a coltellate al centro storico del suo paese


Pierluigi, ammazzato a coltellate al centro storico del suo paese

Gli stessi hanno tentato di rianimare l’assessore ma per lui era troppo tardi e le ferite troppo gravi: non c’è stato niente da fare. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della compagnia di Lecco. Beghetto faceva parte della squadra del sindaco Pietro Pensa, di nuovo sindaco a partire dal 2020, dopo il mandato del 2015. L’uomo era famoso in comune per la sua attività di apicoltore.

Pierluigi, ammazzato a coltellate al centro storico del suo paese

Le indagini chiaramente sono partite all’istante e sembra che i militari abbiano già individuato il colpevole: si tratta di uomo residente a Esino Lario, noto per alcune difficoltà economiche e per problemi di natura psicologici. Dagli abitanti del paesino l’aggressore viene descritto anche come “una persona molto violenta”. Beghetto lascia la moglie e due figli, uno di 20 e l’altro di 17 anni, il suo ipotetico aggressore, sarebbe un suo vicino di casa.

Ancora non è chiaro il movente per il quale l’uomo avrebbe accoltellato il vicino. Questioni politiche, di vicinato, di lavoro? Ancora nessuno lo sa con certezza. Il sindaco del comune ha detto: “È una perdita incommensurabile per la famiglia, gli amici e tutta la comunità. Pierluigi era una persona eccezionale, buona e sempre disponibile con tutti”.

Leggi anche: “Assurdo morire così”. Tutta l’Italia piange Manuel, aveva solo 24 anni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004