Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti

Massimo Bossetti, le dichiarazioni della moglie nove anni dopo

  • Italia

Condanna di Massimo Bossetti, le parole del fratello di Marita Comi. “Solo una vita normale”, una frase che continua a risuonare a 9 anni dal giorno dell’arresto del marito di cui sostiene ancora l’innocenza nonostante la condanna in via definitiva all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio. A tradurre pensieri della donna di 44 anni e madre di 3 figli, il fratello Agostino intervistato per Il Giorno.

Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti. A raccontare la vita della donna il fratello Agostino: “Mia sorella cerca di tirare avanti, la vita continua”, afferma per poi aggiungere: “Dopo nove anni sa che la sua esistenza non tornerà più normale, quel fatto ha cambiato tutto”. Queste le parole alla luce degli ultimi aggiornamenti sul caso di omicidio d Yara Gambirasio.

Leggi anche: Caso Yara Gambirasio, la notizia appena arrivata: “Depistaggio”

Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti dopo 9 anni


Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti dopo 9 anni

Pesanti accuse per frode processuale e depistaggio, a chiedere l’iscrizione nel registro del pm Letizia Ruggieri il gip di Venezia Alberto Scaramuzza, che ha dunque sollecitato nuove indagini sul caso a partire dalle verifiche dei 54 reperti con tracce di Dna che anni fa avrebbero portato alla condanna del muratore di Mapello e che secondo il gip la Ruggeri non avrebbe conservato e correttamente gestito. A fronte di una denunzia-querela e di un atto di opposizione della difesa dell’uomo condannato in via definitiva all’ergastolo, “in buona parte indirizzati nei riguardi proprio di comportamenti del pm Letizia Ruggeri si impone – scrive il gip – la necessità di un’estensione soggettiva dell’iscrizione nei suoi confronti”.

Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti dopo 9 anni

E questo in relazione al reato di frode in processo penale e depistaggio (articolo 375 del codice penale), reato punito con il carcere da 3 a 8 anni, per chi “immuta artificiosamente il corpo del reato ovvero lo stato dei luoghi, delle cose o delle persone connessi al reato” (comma 1). Marita Comi sull’innocenza del marito ha creduto fin dall’inizio. (Caso Yara Gambirasio, cosa non torna secondo il perito della difesa di Massimo Bossetti).

Le dichiarazioni della moglie di Massimo Bossetti dopo 9 anni

“Dopo anni mia sorella vorrebbe tornare a una vita normale anche se normale non tornerà più e lei lo sa. I figli sono cresciuti e seguono la loro strada”, sono le parole di Agostino, fratello di Marita, che ha provato a raccontare la vita della moglie di Bossetti oggi, sempre rimasta al fianco del marito: “Lo avrei lasciato se fosse colpevole”, sono state all’epoca della condanna le parole della donna.

Marita Comi ad oggi sta ancora provando a riprendere in mano le redini di una vita normale, restando una madre presente per i figli che oggi hanno 21, 18 e 16 anni e dedicandosi alla propria attività lavorativa presso la ditta di pulizie, continuando a vivere nella casa di Brembate Sopra.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004