Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
lorenzo mondo morto giornalista scrittore

Giornalismo italiano in lutto, addio a una storica penna e maestro della carta stampata

  • Italia

Lutto nel mondo del giornalismo. All’età di 91 anni se n’è andato oggi, martedì 19 aprile, Lorenzo Mondo, per tanti anni vicedirettore de La Stampa. Dalla fine di marzo era ricoverato all’ospedale Molinette di Torino. Grande appassionato di libri Lorenzo è stato scrittore e giornalista oltre che grande studioso della letteratura sia italiana che francese. Esordì alla Gazzetta del Popolo ma è al quotidiano torinese che ha legato il suo nome.

È stato responsabile delle pagine culturali e di Tuttolibri, l’inserto che proprio grazie a lui era diventato uno dei più importanti supplementi letterari. Lorenzo Mondo è stato anche un critico tra i più importanti del suo tempo. Con un ‘debole’ per Beppe Fenoglio e Cesare Pavese. Dello scrittore partigiano di Alba è stato tra i primi a riconoscerne la grandezza. Del secondo scoprì l’inedito Taccuino 1942-1943, poi con Italo Calvino ne ha curato la prima edizione dell’epistolario Lettere 1924-1950 (Einaudi, 1966).

lorenzo mondo morto giornalista scrittore


Su Cesare Pavese Lorenzo Mondo scrisse anche un’importante biografia che ha permesso di collocare lo scrittore nel posto che meritava, lontano da certe prospettive ideologiche e propagandistiche. Allievo di Giovanni Getto, come Giorgio Bàrberi Squarotti e Claudio Magris, Mondo era considerato un intellettuale d’altri tempi. Autore di una critica cosiddetta ‘militante’, intesa come un servizio al lettore e lontana da tentazioni narcisistiche.

lorenzo mondo morto giornalista scrittore

Da ricordare anche le sue opere di letteratura ‘creativa’. Da “I padri delle colline” (1988) a “Felici di crescere” (2020). Ma anche “Il passo dell’unicorno” (1991) e “Il Messia è stanco” (2000). Nei suoi libri all’indagine storica si affiancava l’amore per il suo Piemonte. Regione raccontata ovviamente anche nelle vesti di giornalista.

I colleghi de La Stampa, di cui Lorenzo Mondo è stato per tanto tempo vicedirettore, oggi riconoscono in lui una “componente fondamentale  di quella che si definisce talvolta l’anima di un giornale. Ci ha insegnato molto”. Nell’agosto del 1990 fece scalpore con la pubblicazione dello scandaloso “Taccuino segreto” di Cesare Pavese. Con questi scritti Lorenzo Mondo ci ha consegnato il ritratto più vero del famoso autore. Appunti segreti che rivelavano una crisi, personalissima, di Pavese. Uno scrittore, un grande “che si lascia solo incidentalmente catturare dalla politica”. E sempre su Pavese Lorenzo Mondo ha scritto l’imprescindibile “Quell’antico ragazzo”, del 2006 ma riproposta anche ultimamente da Guanda.

“Eri una leggenda”. Lutto nel giornalismo italiano: è morto lo storico cronista. Fu uno dei più grandi


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004