“Indagati Anna Corona e un uomo”. Denise Pipitone, colpo di scena dopo la riapertura delle indagini

“Qualcuno non può non aver visto le scene del rapimento, possibili sentinelle a Mazara. Se la bambina è stata presa da persone persone mosse da passione, da rabbia e odio. Per me è possibile che ci siano state sentinelle. Tante persone non hanno avuto comportamenti cristallini. Tenete presente che nel luogo dov’è stata rapita Denise Pipitone quel giorno, c’era un sacco di gente. Tante persone e tutte rientranti nella cerchia della famiglia allargata. C’erano e hanno fatto qualcosa di sospetto. Questo ha ulteriormente complicato le indagini”.

Con queste parole Maria Angioni, l’ex pubblico ministero che nel 2004-2005 ha lavorato sul fascicolo della scomparsa di Denise Pipitone, ai microfoni di Federica Panicucci solo pochi giorni fa. Secondo il magistrato “ci sono stati più passaggi di mano della bambina. Nei pressi” del luogo della scomparsa, la casa dove viveva la bambina con la madre Piera Maggio, “c’erano più persone appartenenti alla cerchia della famiglia allargata, e in molti hanno fatto qualcosa di sospetto. Questo ha ulteriormente complicato le indagini”.


Alla luce delle nuove indagini, due persone sono state indagate per sequestro di persona. La notizia è stata data da Gianluigi Nuzzi durante la puntata di “Quarto Grado” in onda venerdì 21 maggio: “Si indaga per sequestro di persona. Al momento sono indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, ma ci potrebbero essere nuovi indagati”. Anna Corona è l’ex moglie di Piero Pulizzi, padre biologico di Denise Pipitone, Alice e Jessica Pulizzi, definitivamente prosciolta dall’accusa di aver rapito la sorellastra.

Giuseppe Della Chiave è invece il nipote di Battista Della Chiave, il sordomuto testimone oculare (deceduto) che avrebbe visto Denise Pipitone in braccio al nipote all’interno della falegnameria dove il giorno della scomparsa della figlia di Piera Maggio partì una telefonata di Anna alla la madre, nel corso della quale avrebbe detto all’anziana signora di mettere in allerta le figlie, Jessica e Alice, perché stava succedendo qualcosa di molto grave.

Secondo quanto riportato dal conduttore della trasmissione di Rete4, la Procura di Marsala farà rianalizzare alcune intercettazioni ambientali: una avvenuta nel commissariato di polizia di Mazara del Vallo, l’altra registrata da una cimice sotto lo scooter di Jessica Pulizzi, figlia di Anna Corona e Piero Pulizzi.

“Così è difficile”. Giulia Stabile, dopo Amici 20 le sue parole sul fidanzato Sangiovanni allarmano tutti