Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Crollo al cimitero di Poggioreale

“Si vedono i cadaveri”. Choc nel cimitero italiano: crollo improvviso, bare distrutte

  • Italia

Crollo al cimitero di Poggioreale di Napoli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, contattati subito dopo il crollo dalle persone che abitano vicino al cimitero più grande e più antico della città. Non è la prima volta che capita, perché è già capitato lo scorso gennaio. Su quell’episodio è stata aperta un’indagine con l’emissione di venti avvisi di garanzia.

A gennaio il crollo al cimitero si era verificato nelle congreghe dei Dottori Bianchi e di San Gioacchino, distanti dal luogo dove si è verificato l’ultimo cedimento. Come detto, dopo il crollo di gennaio la procura di Napoli aprì un’indagine che portò a un sequestro dell’area che soltanto da poco è stata dissequestrata.

Leggi anche: Choc al cimitero, dopo le profanazioni di tombe e i cadaveri tirati fuori dalla bare ecco un nuova terribile scoperta a Roma

Crollo al cimitero di Poggioreale Napoli


Crollo al cimitero di Poggioreale (Napoli): bare sospese nel vuoto

Lunedì 17 gennaio il crollo al cimitero si è verificato lungo la facciata con i loculi di marmo della congrega della Resurrezione. Immagini choc, perché a causa del crollo molte bare si sono danneggiate mostrando anche parti dei cadaveri conservati. Come mostrano le immagini, inoltre, molte bare sono rimaste sospese nel vuoto.

Crollo al cimitero di Poggioreale Napoli

Sul posto è intervenuto l’assessore del Comune di Napoli al Verde con delega ai Cimiteri Vincenzo Santagada. “Al momento del crollo non vi erano parenti dei defunti in quanto la chiusura è prevista alle 13,30. Il crollo è stato preceduto da un boato secco e dalle telecamere, poste lateralmente all’area interessata, è stata rilevata una fitta nube di polvere. Come Amministrazione stiamo provvedendo a tutti gli adempimenti necessari”, ha riferito l’assessore dopo il crollo al cimitero.

“C’è stato un nuovo crollo al cimitero di Poggioreale. È una situazione critica e inaccettabile. Per troppi anni i cimiteri napoletani sono stati mal gestiti e abbandonati a se stessi in preda anche a truffatori e approfittatori. Questo è il risultato”. Lo afferma il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che su Facebook ha pubblicato varie foto del crollo ricevute dai cittadini.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004