Hanno tra i 10 e i 13 anni. Ecco l’ultimo orrore dell’Isis: i baby-boia. Tra di loro, però, c’è un bambino inglese… Non immaginerete mai di chi è figlio: lei era famosa negli anni ’90. Ecco l’agghiacciante storia di questa foto del terrore

 

L’orrore non sembra avere fine con l’Isis. È stato infatti diffuso un video di propaganda che mostra cinque bambini, uno dei quali sarebbe di nazionalità britannica, che uccidono brutalmente prigionieri curdi. Lo riferisce oggi la stampa britannica. Le immagini, diffuse nella notte di venerdì, mostrano i cinque ragazzini in abiti militari, armati con pistole, di fronte a una fila di cinque uomini in ginocchio vestiti di arancione come i detenuti. Nel video ognuno dei bambini è fornito il nome alla maniera dell’Isis, cioè con una parte di esso che indica la provenienza.

Uno di loro – un ragazzino bianco con occhi azzurri – è indicato come Abu Abdullah “al Britani”, cioè il britannico.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

L’identità non è stata identificata. Gli altri sarebbero di nazionalità tunisina, egiziana, curda e uzbeka. La loro età è valutata tra i 10 e i 13 anni. Non è chiaro dove siano state effettuate le riprese. Secondo la stampa britannica, uno dei bambini sarebbe JoJo Jones, il figlio di Sally Jones, l’ex chitarrista punk 47enne che s’è unita alla jihad e ha sposato un combattente dell’Isis. Nel video il bambino viene indicato come Abu Abdullah “al Britani”. JoJo, secondo quanto ha riferito il Daily Mail, è nato a dicembre 2004.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

E’ uno dei due figli della 47enne Sally Jones, che si è sposta con il britannico Junaid Hussain, ucciso da un drone Usa ad agosto 2015. Lo scorso anno – racconta ancora il Mail – la donna avrebbe tentato di attirare ragazze in Siria per diventare mogli dei jihadisti. Il bambino britannico mostrato nell’ultimo video non è il primo. Secondo la Quilliam Foundation ci sono circa 50 bambini britannici nei territori controllati dall’Isis. A febbraio l’Isis diffuse un video che mostrava un bambino britannico, poi riconosciuto come Isa Dare di quattro anni, che faceva saltare in aria un’auto uccidendo tre persone.

 

Ti potrebbe interessare anche:  Isis, jihadisti contraggono l’Aids dalle “schiave del sesso”. Ma per loro il califfo ha deciso una morte più “utile alla causa”…

Pubblicato il alle ore 20:49 Ultima modifica il alle ore 11:28