Televisione in lutto, se ne va un genio del piccolo schermo. Tutti abbiamo apprezzato i suoi capolavori

Una perdita enorme per il mondo della televisione. Addio ad uno di coloro che hanno fatto la storia, grazie ad alcune serie televisive di successo, amate anche in Italia e nel resto del pianeta. Il suo lavoro encomiabile ha permesso di garantire al pubblico momenti straordinari nel piccolo schermo, infatti ancora oggi quelle serie sono trasmesse e viste da milioni di persone. Se n’è andato ad 87 anni, lasciando nel dolore più profondo tutta la sua famiglia e tantissima gente comune.

Dalle sue creazioni sono nati capolavori assoluti del calibro de ‘La signora in giallo’ e  de’Il tenente Colombo’. Ad ucciderlo è stata un’insufficienza cardiaca, che purtroppo non gli ha dato alcuno scampo. Il suo decesso è sopraggiunto negli Stati Uniti d’America, precisamente nella splendida città di Los Angeles. I primi ad ufficializzare la bruttissima notizia sono stati i giornalisti del magazine online, ‘The Hollywood Reporter’. La sua carriera in generale è stata veramente magnifica. (Continua dopo la foto)


A morire è il famoso sceneggiatore americano William Link, il quale insieme al collega Richard Levinson è stato in grado di produrre serie indimenticabili. ‘Il tenente Colombo’ fu un successone, non a caso nel 1971 riuscirono a conquistare un Emmy Awards. Poi ancora un incredibile risultato con ‘La signora in giallo’, stavolta in coppia con Peter S. Fischer. Lo storico personaggio di Jessica Fletcher, interpretato da Angela Lansbury, è stato protagonista assoluto per dodici anni, dal 1984 fino al 1996. (Continua dopo la foto)

I due hanno anche creato circa dieci film per la televisione, tra cui ‘Quella casa sulla collina’, ‘Tre atti per un omicidio’, ‘Assassinio per cause naturali’ e ‘Rollercoaster il grande brivido’. Nel 1979 Link e Levinson ottennero il primo premio speciale Edgar Award dalla ‘Mystery Writers of America’, per quanto riguarda le sceneggiature de ‘Il tenente Colombo’ e ‘Ellery Queen’. Sicuramente il momento più alto della loro carriera professionale è stato raggiunto 25 anni fa. (Continua dopo la foto)

Nel 1995 William Link è stato inserito insieme all’altro sceneggiatore nella Television Academy Hall of Fame. Ma non è stato l’unico riconoscimento per il compianto 87enne. Nel 2002 ha ricevuto la nomina di presidente della ‘Mystery Writers of Academy’, che pochi hanno avuto nella loro vita. Quando Levinson è morto nel 1987, lui ha proseguito nel suo lavoro da solo scrivendo altri soggetti e sceneggiature.

Flavio Insinna, quella frase a L’Eredità e scatta la lettera di protesta alla Rai: cosa è successo

Pubblicato il alle ore 15:20 Ultima modifica il alle ore 15:50