“Non ce la faccio più”. Sandra Milo non trattiene le lacrime in diretta tv: “Non ci dormo la notte”

Sandra Milo è disperata per tutti coloro che soffrono a causa delle restrizioni per contenere la pandemia. Qualche giorno fa era in piazza al fianco delle partite Iva che protestavano a Roma: “La gente è disperata. Basta parole, vogliamo i fatti”. L’attrice interviene alla manifestazione organizzata dal Movimento Politico Autonomi e partite Iva nella capitale. “Vacciniamoci tutti ma basta parole. Vogliamo i fatti!”, grida al microfono. “Non riesco a dormire pensando a queste persone disperate, a famiglie che non hanno i soldi e non hanno da mangiare. Come fanno queste persone a vivere, cosa dicono ai bambini? Bisogna mettersi una mano sul cuore e aiutare queste persone”.

“Dobbiamo riaprire, vogliamo uscire, tornare alla vita. Non si può andare avanti così, non è solo una questione di fame. L’essere umano non può vivere così. Ci stiamo rintanando come topi, senza progetti, senza speranze, senza futuro”, spiega Sandra Milo all’Adnkronos. “C’è il disastro economico ma c’è anche quello psicologico. Nessuno aiuta davvero. È un anno che parlano di ristori ma ci sono persone a cui non è arrivato proprio niente o pochissimo. Non si può andare avanti così. L’essere umano – ripete – non può vivere così: siamo schiavi di questo virus”, dice l’attrice, 88 anni, che si è vaccinata di recente. (Continua dopo la foto)


Durante la puntata di giovedì 15 aprile, Sandra Milo era in collegamento con Dritto e Rovescio, condotto da Paolo Del Debbio. L’attrice si è sfogata e ha ribadito la sua tesi: “Anche io voglio aprire tutto, non ne posso più. Si accumulano debiti così e questi debiti vanno anche pagati: quando? Come? Ci devono aiutare. Poi c’è chi parla di buon senso… non ho il buon senso di chi a fine mese si prende lo stipendio, perché lo stipendio non ce l’ho”, si infervora la Milo. (Continua dopo la foto)

“Questa cosa orrenda che è il Covid non è colpa di nessuno, mi sarei aspettata più solidarietà – riprende -. So che il Papa ha fatto dei tagli. Poteva fare qualcosa anche il governo, potevano farlo i grandi professionisti, aiutare i poveri disgraziati. Io penso alle famiglie che non riescono neppure a comprare un gioco ai loro bimbi…”. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Paolo Del Debbio le chiede perché questa situazione la commuove così tanto e Sandra Milo risponde in questo modo: “Penso a una famiglia che non ha i soldi per fare la spesa, per comprare le cose necessarie, anche ai loro figli. Deve essere terribile per un genitore. Mi metto al loro posto: certe volte la notte non ci dormo, mi viene da piangere per la disperazione di tanti poveracci, la gente si ammazza perché non ce la fa. Si promettono tante cose ma poi si vede poco”, conclude Sandra Milo in lacrime.

“È tragico”. Mauro Corona, la ‘denuncia’ in diretta tv: “Non lo riesco ad accettare”