“Deficiente seguito da deficienti”. Roberto Poletti contro il vip. L’umiliazione senza peli sulla lingua

Secondo quanto riporta TvBlog, tra le novità del palinsesto estivo di Rai1 dovrebbe esserci un programma realizzato dalla rete in collaborazione con la Coldiretti e il favorito alla conduzione dovrebbe essere Roberto Poletti, approdato alla conduzione in Rai alla guida di Unomattina nell’estate del 2019. Il programma è dedicato ai prodotti Made in Italy, alla sostenibilità della cucina, ma anche all’intrattenimento.

Come riporta TvBlog, dopo essere stato sostituito a Unomattina da Marco Frittella, Roberto Poletti è entrato nel cast de La vita in diretta come ospite fisso di Alberto Matano. E da maggio 2020 è diventato speaker di Isoradio Rai. “Ora – casualmente con la Lega di Salvini tornata al governo – a Viale Mazzini si lavora per il suo ritorno alla conduzione. A tutti i costi?”, si legge sul sito. Il giornalista è ormai ospite fisso de ”La vita in diretta” di Alberto Matano e nella puntata di oggi è letteralmente sbottato. (Continua a leggere dopo la foto)


Alberto Matano ha aperto lo spazio con i suoi ospiti al tavolo parlando di un fatto che in queste ore sta facendo discutere. Miguel Bosé si è racconta in una lunga intervista rilasciata a Jordi Évole per il programma ‘Lo De Évole’, in onda in due puntate – l’11 e il 18 aprile – sull’emittente spagnola ‘La Sexta’ e ha parlato della sua esperienza con la droga, il consumo di cocaina e la posizione negazionista sul Covid. “Sono arrivato a consumare quasi due grammi di cocaina al giorno” ha ammesso. Una dipendenza, ha raccontato ancora Bosé, durata per circa 20 anni, fino a quando ha trovato la forza per dire basta ed uscirne. (Continua a leggere dopo la foto)

“Ho smesso con tutta questa roba sette anni fa”. Poi le dichiarazioni sul coronavirus. Parole che hanno fatto sollevare un vero e proprio polverone. “La verità non si conosce o non si vuole sapere” perché “c’è un piano ordito che non si vuole che si sappia”, ha detto Bosé che, lo scorso agosto, aveva partecipato alla protesta anti-mascherina a Madrid, con migliaia di persone scese in piazza contro quella che veniva definita una falsa pandemia. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

“Sono un negazionista” ha aggiunto il cantante, che parlando anche della madre Lucia Bosé, morta a marzo 2020, ha detto: “Mia madre non è morta di Covid, basta con questa storia”. Durante La vita in diretta Roberto Poletti non è riuscito a trattenersi e, senza peli sulla lingua, ha criticato pesantemente il cantante: “C’è un limite e questo limite l’ha superato uno che nega il Covid. Il mondo è pieno di deficienti che vanno dietro a queste persone qua, perché chi nega il Covid è un deficiente. È la prova che la droga fa male”, ha concluso il giornalista.

 

“Arriva lui”. Amici 20, colpaccio di Maria De Filippi. E arriva direttamente dalla Rai