Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Fatto fuori il conduttore”. Rai, programma verso l’addio: perché si parla di chiusura

Marco Damilano è l’ex direttore del settimanale L’Espresso chiamato in Rai per condurre una striscia quotidiana di approfondimento: il programma si intitola Il Cavallo e la Torre. Una decisione che già al momento in cui è stata annunciata non ha trovato il parere favorevole soprattutto quello dei giornalisti di del telegiornale di Rai2 che criticavano sia la scelta dell’azienda di affidare all’ex direttore de L’Espresso la striscia in questione, a fronte dei circa 2000 giornalisti interni al Servizio Pubblico, ma soprattutto per la coincidenza temporale della Striscia con il Tg2 che inizia, come noto, alle 20,34 circa.

“Mentre si chiedono sacrifici alle redazioni, si tagliano edizioni (come recentemente accaduto da ultimo alla Tgr), si limitano o peggio si impediscono gli interventi o le collaborazioni dei giornalisti Rai all’esterno dell’azienda, non si investe in formazione e in sicurezza, al tempo stesso si decide di spendere risorse per una nuova trasmissione d’informazione, affidandola a una figura esterna, come se in Rai e nelle nostre testate non ci fossero già le professionalità e le capacità necessarie, dimostrate più volte”, si leggeva in un comunicato.

Leggi anche: Mondiali, bufera sul telecronista Rai: la frase choc in diretta

rai marco damilano il cavallo e la torre a rischio


Marco Damilano, a rischio il programma Il cavallo e la torre

Ed ora trapelano notizie che riguarderebbero la volontà della Rai di ripensare il palinsesto. Due i programmi nel mirino: Che c’è di nuovo, la trasmissione condotta da Ilaria D’Amico e proprio quello di Marco Damilano. Il motivo sarebbero gli ascolti, secondo Marco Antonellis del giornaleditalia.it il programma “non soddisfa appieno le aspettative dei vertici”. Addirittura – prosegue – Il Cavallo e la Torre sarebbe considerato “un programma a fisarmonica” per la tendenza ad allargarsi e sforare a scapito del resto della programmazione di rete.

rai marco damilano il cavallo e la torre a rischio

Bianca Berlinguer, ex direttrice del Tg3 aveva alimentato la polemica chiudendo la sua trasmissione CartaBianca e lanciando una frecciata al collega. “Abbiamo ancora venti minuti – ha detto sul finire di CartaBianca, intorno alle 23.40 – anzi di più perché recupereremo quelli che ci hanno tolto facendoci partire in ritardo, cercando di rubarne meno al telegiornale di quanti ne sono stati presi a noi”. E ancora: “Lo sforamento una cosa fastidiosa. Chiedo scusa perché anche io ogni tanto lo esercito nei confronti del tg”.

rai marco damilano il cavallo e la torre a rischio

E molto probabilmente la stoccata era diretta a Marco Damilano, la cui striscia di approfondimenti si era prolungata di 17 minuti. Anche Federica Sciarelli non le aveva mandate a dire e all’inizio del suo Chi l’ha visto? si è lasciata andare a un inconsueto sfogo. “Mi scuso per il ritardo, questo è ovvio. State scrivendo davvero arrabbiati, ma non è colpa nostra come potete immaginare. Noi siamo qui prontissimi e cercheremo di capire che cosa succede”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004