“Innamorata di lui”. Matteo Bassetti, imbarazzo in diretta tv. Non era mai successo prima

Matteo Bassetti, imbarazzo in diretta. Succede tutto nello studio di A Oggi è un altro giorno con Serena Bortone alla guida del timone. Due ospiti ma riflettori accesi in particolar modo sul virologo Matteo Bassetti in collegamento da Genova. Il simpatico siparietto ha interessato anche l’attore Emanuel Caserio e ovviamente la padrona di casa, che ha pensato di pronunciare ‘quella’ frase a tele spente, ma si sbagliava.

Nello studio del talk-show di Rai 1 si discorreva insieme al virologo Bassetti dell’andamento della pandemia, quando sarcasticamente la conduttrice Serena Bortone ha affermato: “Mi scusi professore, qui c’è un ragazzo un po’ intemperante”, chiamando in ‘causa’ Caserio con l’intenzione di chiarire davanti a tutti quando appena sussurrato a telecamere spente. Poi l’imbarazzo in studio.


Divertito e imbarazzato, Emanuel Caserio ha fatto in modo di sviare l’attenzione da ‘quella’ frase: “Ma no, niente”. Tentativo vano, quando la Bortone ha nuovamente chiesto all’attore di svelare tutto al ‘cospetto’ del noto virologo. Caserio cede:  “Stavo dicendo che ormai lui, il medico Bassetti, è conosciuto in Tv. E io ho un’amica innamorata di lui”. Dopo qualche secondo di imbarazzo, Matteo Bassetti ha risposto.

“Io sono felicemente sposato con mia moglie Chiara, che amo da 18 anni e a breve festeggeremo appunti i 18 anni di matrimonio”, questa la risposta del virologo. Bassetti lusingato, ma non è la prima volta che accade. Ormai nominato ufficialmente come “sex symbol”, il virologo non ha smentito di amare le telecamere puntate su di lui. Lo ha ammesso in una recente intervista rilasciata a Chi Magazine: “Che c’è di male?”.

“La telecamera è una droga. Ma quando non mi chiameranno più vorrà dire che l’emergenza è finita. Accetto volentieri lo scambio, ma non credo che sarà per forza oblio”, le parole di Bassetti, che ha persino fornito a tutti alcuni dettagli sulla vita matrimoniale con la moglie Maria Chiara: “Primo incontro nel 2001, ma non accadde nulla. Non che non mi avesse colpito: ero appena tornato dagli Stati Uniti, iniziavo a lavorare, trentenne del genere ‘voglio tutto subito’ e quindi poco incline ai legami. Fase breve. L’anno successivo io e Maria Chiara ci siamo fidanzati, sei mesi dopo le ho chiesto di sposarmi e dopo altri sei mesi, era l’1 giugno 2003, eravamo marito e moglie”.

“Mi hanno buttata in un portone”. Maria Teresa Ruta, il racconto che fa molto male: “Mi sentivo sporca”