Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
GF Vip 7 Daniele Dal Moro

“Vivevo così”. GF Vip 7, Daniele Dal Moro racconta tutto a Wilma Goich

Commozione del pubblico del GF Vip 7 per Daniele Dal Moro, che nelle ultime ore ha fatto una confidenza dolorosa su quanto vissuto. Mentre la notte stava per calare sulla casa più spiata d’Italia, l’ex Uomini e Donne ha deciso di confessare tutto a Wilma Goich, con la quale ha instaurato un ottimo rapporto. Basti pensare che hanno anche inscenato la celebre scena del film Ghost, con i due gieffini che hanno lavorato l’argilla insieme, mentre lui era a petto nudo e la cantante seduta sulle sue gambe.

Ma al GF Vip 7 non mancano anche le lacrime, dunque Daniele Dal Moro ha fatto piangere tantissimi telespettatori con un racconto veramente struggente. Il sito Biccy ha riportato integralmente il suo lungo discorso e moltissimi utenti Twitter hanno condiviso il video in questione e anche le principali frasi dette dal vippone. Ora il peggio è stato messo alle spalle, ma non potrà mai dimenticare quando le tenebre hanno invaso la sua vita. Scopriamo insieme che tipo di rivelazioni ha fatto.

Leggi anche: “Succederà, è sicuro”. Giaele De Donà, rivelazione su Daniele Dal Moro: il GF Vip si incendia

GF Vip 7 Daniele Dal Moro


GF Vip 7, Daniele Dal Moro fa una confessione struggente

Nel corso del suo dialogo con Wilma Goich al GF Vip 7, Daniele Dal Moro non ha nascosto proprio nulla del suo passato e sotto lo sguardo attento delle telecamere ha iniziato la sua triste confessione: “Ho dormito per più di due settimane sotto un porticato e all’aperto con un clochard. Quando stavo male prendevo e andavo via di casa ed uscivo. E per due settimane ho dormito per strada. Tutto è iniziato una notte, ero su una cunetta a fumarmi uno spinello e c’era questo senzatetto, mi ha guardato e mi ha detto una parola”.

GF Vip 7 Daniele Dal Moro

Poi Daniele ha proseguito, come scritto da Biccy: “Sono rimasto con lui, sono tornato tutte le notti per almeno quindici giorni e stavo lì. Mi addormentavo e dormivamo, abbiamo legato tanto e mi ha raccontato un sacco di cose che nemmeno pensavo. C’è un mondo dietro tutti noi, la cosa strana è che ho ricevuto molto più affetto dalle persone più improbabili che da quelle a cui ho dato tutto. Spesso da chi ho amato ho ricevuto un pugno di sabbia, però non porto rancore e non ce l’ho con nessuno”.

Infine, Daniele Dal Moro ha chiuso così il suo discorso sui drammi del passato: “Ormai sono una statua di cristallo, sono rotto. Qualcosa si è spezzato e non sono quello di prima, non mi possono più fare male e ferirmi è quasi impossibile. La paura non la conosco più”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004