“Niente lacrime”. Terence Hill, il retroscena sull’addio a Don Matteo. È l’attore a raccontare ogni dettaglio

Don Matteo, con la 13esima edizione cambia tutto. Bisognerà rassegnarsi, non potremo più vedere l’iconico Terence Hill in bicicletta, con il suo abito volutamente liso, ma un nuovo ‘Don’, pronto a farsi largo nella comunità. Terence sarà protagonista delle prime 4 puntate della 13esima stagione. Dalla quinta entrerà in scena Don Massimo. “Non è prevista una puntata incentrata sull’uscita di scena di Don Matteo – spiega Hill -. Non ci saranno lacrime e abbracci”.


Terence Hill non si è fermato, raccontando come Don Matteo lascerà spazio a Bova: “Raoul arriva nel quinto episodio e, in seguito, si scoprirà che tipo di legame lo unisce al mio personaggio: è proprio Don Matteo ad averlo scelto come successore, e poi si svelerà il motivo per cui io scompaio”. Altre anticipazioni relative al passaggio di testimone le offre anche Bova che spiega che Don Matteo “è una sorta di padre spirituale del mio Don Massimo”.

Don Matteo


“Il mio personaggio – aggiunge il divo – ha alle spalle un passato misterioso, una storia travagliata, violenta, ha sfiorato la morte ed è arrivato ai suoi 40 anni senza mai indossare una tonaca da prete”. Un pecora smarrita che sembra proprio ritroverà grazie a Don Matteo la retta via. Sarà l’incontro con il parroco investigatore a cambiare la vita a Don Massimo. “Il mio prete – spiega sempre Bova – è alla ricerca di sé stesso, forse avrebbe preferito fare il missionario in qualche lontano paese”.


raoul bova


E ancora: “E, al suo primo incarico in una parrocchia, con una vocazione travagliata, abbraccia la fede con una spiritualità francescana: è un prete della terra, contadino, abituato a sporcarsi le mani, più propenso a stare tra gli ulivi umbri, dove è girata la serie, che a rinchiudersi dentro quattro mura”. “D’altronde – racconta ancora Raoul – ho avuto modo, anni fa, di interpretare proprio San Francesco”. Insomma, per Don Matteo 13 le novità non mancheranno.

raoul bova


Tra ritardi di produzione dovute all’emergenza sanitaria e cambi in corsa. Mesi fa aveva parlato Nino Frassica e aveva detto su ‘Don Matteo’: “Torniamo in Umbria ad aprile 2021. Sono molto felice di rivedere Terence Hill, è l’uomo più perbene che abbia mai conosciuto”. Per quanto riguarda la messa in onda delle puntate, bisognerà attendere presumibilmente l’anno prossimo.

Pubblicato il alle ore 11:38 Ultima modifica il alle ore 11:38