Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
mattino cinque federica panicucci covid

“Sono costretta a farlo”. Federica Panicucci entra in studio e spiega tutto al pubblico

Mattino Cinque, l’ultima è stata una puntatona. Fin dalle prime battute del programma che anche oggi, giovedì 3 marzo, ha dato il buongiorno agli italiani, il conduttore Francesco Vecchi ha aggiornato i telespettatori sulla guerra in Ucraina. Tra le numerose informazioni che giungono dall’ennesima terra dilaniata dalla follia umana c’è la caduta di Kherson nelle mani dei russi. Si tratta del primo grande centro cittadino, nella zona meridionale, ad essere conquistato da Putin in questi ultimi giorni.

La conferma è arrivata dal New York Times dopo diverse smentite nelle ore precedenti. Il sindaco Igor Kolykhaev ha raccontato che un gruppo formato da 10 ufficiali russi sono entrati nel palazzo comunale. Nel frattempo Mosca sta pensando a una nuova amministrazione simile a quelle già insediate nelle regioni separatiste orientali di Donetsk e Lugansk. Ma a Mattino Cinque anche il Covid è stato nuovamente ‘protagonista’. Federica Panicucci, infatti, si è presentata in studio così.

mattino cinque federica panicucci covid


La conduttrice di Mattino Cinque ha parlato della pillola anti-Covid con il professor Matteo Bassetti. “Di che cosa si tratta?” ha chiesto all’ospite. “Si tratta di un farmaco anti-virale che è molto potente nei confronti del Sars-Cov2. Dovrebbe essere usato nei primissimi tempi dopo l’esordio dei sintomi, cioè dopo tre o quattro giorni. È in grado di abbassare la carica virale, ma non è per tutti e non sostituisce il vaccino. Perché si usa in persone che sono a elevato rischio di avere poi una forma grave. Quindi persone che hanno malattie importanti come leucemia, un tumore, nei grandi obesi e persone con malattie respiratorie”. A colpire il pubblico, tuttavia, è stato un particolare.

mattino cinque federica panicucci covid

Federica Panicucci si è infatti presentata con una mascherina FFP2. Motivo? Lo ha spiegato lei stessa: “Ho avuto un contatto stretto…”. Insomma, una misura precauzionale per evitare, pur essendo negativa e in buone condizioni di salute, di trasmettere il contagio ai presenti in studio: “Pur essendo io negativa, la normativa prevede che io indossi la protezione della mascherina FFP2 per lavorare” ha detto Federica.

La normativa decisa dal Governo prevede infatti che se una persona vaccinata con la terza dose Booster entra in contatto con un positivo deve stare in autosorveglianza per cinque giorni. Quindi mascherina e distanziamento nei luoghi chiusi. “L’importante – ha detto comunque Federica Panicucci – è farci compagnia”. E, gradualmente, nonostante i possibili colpi di coda, anche il Covid sarà normalizzato e affrontato come una influenza e con dispositivi diversi come appunto la pillola.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004