Biografie senza censure, i grandi scrittori a nudo

I più grandi scrittori della storia vengono messi a nudo dallo sguardo indiscreto di Robert Schnakenberg, autore americano specializzato in biografie, che scava nel profondo dei loro ritratti non ufficiali per svelarne spietatamente i segreti. E così mette in evidenza il carattere intollerante di Agatha Christie, il debole per l’Whisky di Jack London (ne beveva un litro al giorno) , le evasioni fiscali di William Shakespeare, la passione di Balzac per i tè pregiati e tutte le debolezze e le caratteristiche che li rendono però più umani e divertenti. Una rappresentazione senza censure, attraverso racconti, immagini e fumetti dalla quale salta fuori, come spiega la prefazione, che “la stragrande maggioranza dei big della letteratura conduce una vita dissoluta, da divo hollywoodiano, piuttosto che una timida e schiva esistenza da topo di biblioteca. Drogati e bevitori di pipì, donnaioli e aspiranti stelle del cinema, è più facile trovarli con una bottiglia mezza vuota di gin che con una penna d’oca in mano”. Il volumetto offre delle vere e proprie schede con tutte le informazioni, le manie e le abitudini più strane come per esempio gli animali da compagnia più bizzarri  (l’aragosta del poeta simbolista francese Gérard de Nerval) o i lavori svolti prima di centrare la carriera di scrittori. Una volta terminato questo libro non avremo più la stessa sensazione di irraggiungibilità quando penseremo al nostro scrittore preferito.

Robert Schnakenberg
Vite segrete dei grandi scrittori.
Mondadori Electa, 2014, 304 pag.
Euro 19,90