Biblioteche e battaglie, l’abbazia dei cento peccati

“La meravigliosa magia della sua scrittura porta in un lampo in un altro mondo come solo i grandi romanzi fanno”, così Maurizio de Giovanni parla del nuovo libro di Marcello SimoniL’abbazia dei cento peccati. È l’agosto del 1346, quando il valoroso Maynard de Rocheblanche, sopravvissuto a una disfatta militare, entra in possesso di una pergamena con un enigma vergato. Quell’oscuro testo fa riferimento a una reliquia preziosa, avvolta nel mistero, il Lapis exilii. Sono molti coloro che hanno interesse a impossessarsene, primi fra tutti un ambizioso cardinale di Avignone e il principe Karel di Lussemburgo, desideroso di farsi incoronare imperatore. Per non far cadere l’inestimabile documento in mani sbagliate, Maynard sarà costretto a fuggire. Si recherà prima a Reims, presso la sorella Eudeline, badessa del convento di Sainte-Balsamie, poi nell’abbazia di Pomposa. Proprio lì avverrà il fortunato incontro con l’abate Andrea e il giovane pittore Gualtiero de’ Bruni, insieme ai quali proverà a scoprire la verità sulla reliquia. L’unico a conoscerla, tuttavia, è un monaco dall’aspetto deforme, che ha carpito il segreto del Lapis exilii da un luogo irraggiungibile, il monastero di Mont-Fleur… Insomma, immaginate un’atmosfera tipo Il nome della rosa: questo è il favoloso mondo di Marcello Simoni

L’abbazia dei cento peccati
Marcello Simoni 
Prezzo € 9,90
Newton Compton