Un italiano su quattro assume farmaci senza consultare il medico

Finchè ci sentiamo tutti allenatori, al massimo rischiamo di accapigliarci con gli amici mentre guardiamo una partita. Molto più rischioso quando ci crediamo anche ottimi medici e scegliamo il fai a te per salute e medicine. Secondo un’indagine commissionata a Demoskopea dal portale Dottori.it, quasi un italiano su quattro (per la precisione il 23,4%) nell’ultimo anno ha assunto autonomamente farmaci che invece avrebbero richiesto la prescrizione di un medico. Tra i giovani under 24 si sale pericolosamente al 27%. Ad andare per la maggiore sono gli  antidolorifici (55,1%), ma si prendono con nonchalance anche gli antibiotici (37%), seguono antistaminici (28,8%), antipiretici (20,3%) e addirittura  psicofarmaci (5,9%).  “Se i piccoli fastidi che interferiscono con lo svolgimento delle nostre attività quotidiane possono essere affrontati e curati efficacemente anche senza il consulto con un medico – ammonisce Vito Ciardo, General Manager di Dottori.it – quando si deve ricorrere a farmaci che vengono venduti tramite prescrizione è fondamentale ricorrere all’intervento di uno specialista, in grado di offrire un supporto tecnico, oltre che un sollievo psicologico di grande importanza”.