“La decisione finale”. Eurovision e i Maneskin, la notizia definitiva dopo accuse gravi e polemiche

Tra italiani e francesi, si sa, non c’è grandissima simpatia. Sarà per i trascorsi storici, o magari perché, semplicemente, sono due popoli in realtà molto più simili di quanto siamo in grado di accettare. Fatto sta che l’ultima querelle, che ha riguardato l’Eurovision Song Contest, ha rischiato di diventare quasi un ‘incidente diplomatico’.

Gli italiani non hanno avuto neppure il tempo di festeggiare la vittoria dei Maneskin con “Zitti e buoni” che subito i transalpini hanno lanciato la polemica. In alcune immagini si vedeva infatti il frontman Damiano David avvicinarsi con il viso al tavolino. Un gesto che, ai malpensanti, ha fatto venire in mente una tirata di cocaina.


Accuse rispedite subito al mittente, specialmente profili social dei fan del gruppo francese arrivato secondo, da parte dei Maneskin. Con Damiano che si è anche detto disponibile a sottoporsi al test antidroga per togliere ogni dubbio. Il cantante ha inoltre spiegato in conferenza stampa che quel gesto era finalizzato a togliere dal tavolino pezzi di un bicchiere che si era rotto poco prima.

L’organizzazione dell’Eurovision Song Contest ha effettivamente riscontrato che proprio nei pressi del tavolo c’erano i resti di un bicchiere rotto. E così anche dalla Francia arrivano notizie di distensione per chiudere questa brutta pagina di vere e proprie diffamazioni. Delphine Ernotte, boss di France Television, ha spiegato a Le Parisien che la Francia non farà ricorso.

 

“Qualunque sia il risultato del test – a quanto pare Damiano vi si sottoporrà ugualmente – la Francia non ha intenzione di presentare un reclamo. Il voto a favore dell’Italia è molto chiaro. Non ha rubato la vittoria ed è questo ciò che conta. E senza un ricorso della Francia, la classifica può rimanere senza cambiamenti in qualunque caso”.

“Questa cosa fa orrore”. Maneskin, è ancora polemica: è successo in diretta da Fabio Fazio