Antonio Rostagno Pianista Morto

Musica italiana in lutto. Addio all’artista ‘dalle mani d’oro’

Lutto nel mondo della musica italiana. Una notizia molto triste ha lasciato tutti addolorati, proprio perché è sopraggiunta in maniera inaspettata. Aveva 59 anni e il decesso è arrivato dunque prematuramente. La sua carriera è stata contraddistinta da enormi successi, non a caso era molto conosciuto e si era affermato in tutta la nostra penisola. Nonostante fosse nato a Imperia, in Liguria, si era poi trasferito a Roma per portare avanti la sua professione. Mancherà davvero a tutti la sua figura.

Il 59enne viveva dunque nella capitale italiana da diversi anni. Aveva ottenuto il diploma in pianoforte al Conservatorio di Torino e poi aveva studiato composizione insieme a Felice Quaranta, prima di laurearsi in lettere con Giorgio Pestelli. Lui è stato anche un insegnante di storia della musica all’università ‘Sapienza’ di Roma. A salutarlo per l’ultima volta anche il sindaco di Cervo, che non ha potuto fare a meno di lasciare un suo messaggio per omaggiare la sua straordinaria professionalità.

Lutto Musica Morto Antonio Rostagno Pianista

Addio dunque ad Antonio Rostagno, un grande pianista italiano. Era anche stato protagonista durante la sua carriera professionale di tantissimi saggi ed era anche molto abile come divulgatore musicale e conferenziere. Ha anche pubblicato diverse cose importanti, sempre nell’ambito musicale. La più nota è stata ‘La musica italiana per orchestra nell’Ottocento’. Ma indimenticabile è anche ‘Kreisleriana di Robert Schumann’. Andiamo a vedere come lo ha ricordato il primo cittadino di Cervo.


Lutto Musica Italiana Morto Pianista Antonio Rostagno

Il sindaco Lina Cha ha dichiarato: “A te grande Maestro Antonio Rostagno, Musicologo all’Università La Sapienza di Roma che te ne sei andato via in punta di piedi, come nel tuo stile, il commosso riconoscente ricordo per quanto hai fatto per la crescita musicale di Cervo”. Un dolore immenso per tutta la comunità e per tutti coloro che lo conoscevano, compresi ovviamente i suoi tanti studenti universitari che hanno potuto seguire con passione e grande interesse le sue lezioni accademiche.

Oltre ad Antonio Rostagno, c’è stata un’altra grande perdita per l’Italia nelle scorse ore. Morto a 56 anni il direttore di palco e pilastro per il San Carlo di Napoli, Salvatore Giannini. Inn un momento di tristezza e sconforto, sono in tanti a ricordare la professionalità di Salvatore Giannini. Prima tra tutti Emanuela Spedaliere, direttore generale di un teatro, quello del San Carlo di Napoli.

Pubblicato il alle ore 17:46 Ultima modifica il alle ore 17:47