La telefonata per salutare le figlie piccole, poi il terribile schianto: Vito muore a 41 anni

Si chiamava Vito Anastasia ed era un autotrasportatore la vittima del tremendo frontale avvenuto martedì 4 gennaio, intorno alle 21, sulla strada provinciale 1, all’altezza di San Pietro in Cariano, in provincia di Verona in Veneto.

L’uomo, quarantuno anni, era residente a Pastrengo, sempre in provincia di Verona, ed era padre di due bambine di 7 e 11 anni. A bordo della sua Bmw X5 si è schiantato frontalmente con una Mercedes Gla che procedeva in direzione opposta, sulla Strada provinciale 1. Ferito l’uomo che viaggiava sull’altra automobile, un 39enne, anche lui incastrato all’interno del mezzo, estratto dai vigili del fuoco e trasportato immediatamente in ospedale. Non è in pericolo di vita.

Vito Anastasia morto incidente Verona

Come riporta il quotidiano Veronasera.it, dopo l’urto la sua Bmw è finita ruote all’aria in mezzo alla Provinciale, mentre l’altra vettura ha concluso la sua corsa vicino al guard rail. Immediata la chiamata ai soccorsi del 118, giunti sul posto con alcune ambulanze.


Vito Anastasia morto incidente Verona

I soccorsi sono intervenuti insieme alla polizia stradale e ai vigili del fuoco, che hanno dovuto lavorare per estrarre la vittima dalle lamiere accartocciate del veicolo. Prima di mettersi in auto Vito Anastasia, originario della Basilicata, aveva chiamato la compagna per salutare le sue amate bambine di 7 e 11 anni.

“Ti voglio ringraziare enormemente per tutto e per averti conosciuto”, scrive Andy sulla sua bacheca Facebook. E ancora altri ricordi: “Non voglio pensare che non ti rivedrò più – le parole di Gianfranco – perciò ogni giorno cercherò di rivederti nel ricordo dei tuoi abbracci. Un incidente ti ha portato via dalla vita, ma nessuno potrà cancellarti dal mio cuore”.

Pubblicato il alle ore 10:17 Ultima modifica il alle ore 10:19