“Il luogo è un altro”. Saman Abbas, gli investigatori nel bosco: dove cercano il suo corpo

Continuano le ricerche per trovare il corpo di Saman Abbas, la 18enne pakistana scomparsa da Novellara. Dopo il fallimento dei giorni scorsi, oggi torneranno sul campo i cani molecolari dell’associazione Detection Dogs Ticino. Così mento zio Danish è ricercato in mezza Europa insieme agli altri indagati: i genitori di Saman, Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, fuggiti in Pakistan, e il cugino Nomanulhaq Nomanhulaq che pure si presume sia in Europa. L’altro cugino indagato, Ikram Ijaz, unico arrestato della vicenda, ha assistito all’audizione in videocollegamento dal carcere di Reggio Emilia.


Un giallo fittissimo quello di Saman Abbas che se giorni prima della sua scomparsa, il 22 aprile, aveva sporto denuncia, come riporta Quarto Grado. “Sono intenzionata a presentare denuncia contro i miei genitori perché trattengono i miei documenti e non me li hanno voluti consegnare nemmeno davanti a voi”, affermava Saman Abbas sempre più convinta a non cedere al matrimonio combinato e a vivere la sua vita con il fidanzato.

Saman Abbas


E ancora: “Quando a casa mia, poco prima, mi avete chiesto i documenti, io li ho chiesti a loro e i miei genitori non me li hanno voluti consegnare”, avrebbe spiegato la ragazza ai carabinieri. Poi Saman Abbas ha dichiarato alle forze dell’ordine. “Alla vostra richiesta di consegnare i documenti, mio padre ha risposto che non li avevano e, in lingua pakistana, a me ha detto di dire a voi che li avevo persi”. Quello che è successo poco dopo lo sappiamo fin troppo bene.


Saman Abbas

Saman Abbas, spunta una nuova pista

E intanto si continua cercare e prende sempre più piede l’ipotesi che il corpo possa essere stato seppellito in un luogo più distante. Magari in qualcuno dei campi rurali limitrofi a quelli già passati al setaccio, palmo a palmo. Tra i punti gli investigatori si stanno concentrando anche sul cantiere della strada Cispadana. A quanto riporta Repubblica poi le verifiche si concentrano ora, in particolare, anche in un bosco non distante dall’azienda agricola dove lavorava e viveva la famiglia di Saman Abbas.

Saman Abbas


Nel dettaglio: i militari della compagnia Carabinieri di Guastalla stanno iniziando anche ad ampliare il campo delle ricerche. In particolare alle spalle di una casa crollata, a circa un chilometro dall’azienda agricola, dove c’è un piccolo bosco. In queste ore l’area viene setacciata dai militari insieme all’unita cinofila del nucleo carabinieri di Bologna. La speranza è di trovare finalmente Saman Abbas

Pubblicato il alle ore 11:44 Ultima modifica il alle ore 12:25