Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ecco perché è morta”. Paola Gassman, la confessione del marito Ugo

  • Italia
“Perché è morta”. Paola Gassman, la confessione choc del marito

“Ecco perché è morta”. Paola Gassman, la confessione choc del marito Ugo. La figlia di Vittorio e la sorellastra di Alessandro è scomparsa a 78 anni. Ad annunciarlo è la sua famiglia stretta, in particolare il marito Ugo Pagliai, noto artista di teatro. Insieme hanno praticato la loro passione, calcando i palchi di tutta Italia. La donna se n’è andata a seguito di una malattia e proprio sull’argomento è voluto tornare il marito, raccontando qualcosa di davvero molto toccante.

I due hanno passato insieme gli ultimi 55 anni di vita e sembra che ‘Ugo’ sia stata l’ultima parola che la famosa attrice abbia pronunciato prima di spirare. Ugo Pagliai racconta: “Più di mezzo secolo trascorso felicemente, lei ed io, sempre vicini, un vero record – ha raccontato al Corriere della Sera – Per me è difficile, in questo momento, parlare a mente lucida…”.

“Perché è morta”. Paola Gassman, la confessione choc del marito


“Perché è morta”. Paola Gassman, la confessione choc del marito

Poi dice Pagliai: “Ci siamo voluti bene in una maniera completa: abbiamo lavorato insieme, abbiamo fatto vacanze al mare, in montagna, in campagna, sempre insieme… E poi abbiamo curato la nostra famiglia, i figli, i nipoti. I medici parlavano di tumore, forse un ictus, non so. Inizialmente abbiamo fatto dei sondaggi, perché aveva dei sintomi sospetti, che però superava..”..

“Perché è morta”. Paola Gassman, la confessione choc del marito

E ancora: “Paola rifiutava di svolgere altri accertamenti, i medici, le medicine… Credo che avesse ben presente la sorte della madre Nora (Ricci), che è morta di tumore e lei ne aveva sofferto molto. Quando la accompagnavo a trovarla in clinica a Firenze, era un calvario. Paola non intendeva fare lo stesso percorso doloroso, voleva soltanto servire sé stessa, il pubblico e me… non voleva mettersi al servizio della malattia… Ammetto che provo un senso di colpa”, racconta emozionato.

“Avrei dovuto obbligarla a procedere con le analisi, non l’ho fatto per rispettare la sua volontà… quando aveva dei dolori che le causavano sofferenza, potevo fare ben poco, giusto dei massaggi…”, fa sapere Ugo Pagliai. Un morte che ha sconvolto anche il fratellastro di Paola, Alessandro Gassman che sui social ha voluto ricordare la sorella con un bel pensiero.

Leggi anche:


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004