Morto semaforo malore rovigo

Scatta il verde, suonano i clacson ma l’auto non parte: la scoperta choc sul conducente

Tragedia al semaforo all’incrocio fra la tangenziale e via Savonarola, a Rovigo, sulla corsia per svoltare verso Borsea. Come scrive Il Messaggero, un’automobile, una Honda Jazz grigia, ha fatto spazientire gli automobilisti in fila perché rimasta ferma nonostante il semaforo verde.

Inutili i tentativi fatti a colpi di clacson degli automobilisti che nel frattempo si erano accodati, l’auto è rimasta ferma anche al secondo semaforo verde e a quel punto la persona che si trovava dietro alla Hunday, temendo il peggio, si è diretto verso l’auto facendo la terribile scoperta.

Morto semaforo malore rovigo

Il motore era ancora acceso e accasciato sul sedile, con la cintura allacciata, c’era Wanni Prosdocimi, 68 anni, con il volto riverso da un lato, stroncatoda un malore. Immediata la chiamata al 118 e l’arrivo di un’ambulanza per il soccorso dell’uomo.


Morto semaforo malore rovigo

Sul posto anche un’automedica e l’equipe dei medici, che però non hanno potuto fare niente per Wanni Prosdocimi. Il medico del Suem 118 non ha potuto far altro che constatare il decesso del pensionato. Intervenuti anche la polizia stradale per regolare il traffico.

Il decesso dell’uomo è arrivato in un orario di punta e per questo motivo la zona è rimasta bloccata al traffico per diverso tempo, tanto che in aiuto della polizia stradale è dovuta intervenire anche una pattuglia della Guardia di finanza.

Pubblicato il alle ore 13:02 Ultima modifica il alle ore 13:02