“Io e Mauro Romano…”. Lo sceicco rompe il silenzio. Clamorosa svolta sul caso del bimbo scomparso 44 anni fa

Bianca Colaianni è convinta che l’emirato arabo Mohammed Al Habtoor e il figlio Mauro Romano siano la stessa persona. A soli sei anni Mauro sparì senza lasciare traccia, lasciando i genitori in un limbo che dura ancora oggi. Era il 21 giugno 1977 e solo oggi, a oltre quarant’anni dalla sua scomparsa, la mamma di quel bambino è convinta di essere vicina alla svolta che potrebbe portare alla conclusione di uno dei casi più sconvolgenti della cronaca italiana.

Dopo aver visto alcune foto dello sceicco, la signora Bianca avrebbe riconosciuto delle cicatrici compatibili con quelle che aveva suo figlio Mauro: “È lui, è Mauro”, ha detto la donna al settimanale Oggi che ha pubblicato la foto. “Ormai ho pochi ricordi del mio bambino, ma non posso dimenticare il giorno in cui si bruciò la manina col ferro da stiro”. La storia di Mauro Romano è complicata e orami va avanti da oltre quarant’anni, quando la mattina del 21 giugno 1977 sparì nel nulla da Racale (in provincia di Lecce) mentre giocava nel cortile di casa insieme a un gruppo di amichetti.


Scomparsa Mauro Romano, parla lo sceicco

Da quel momento la famiglia non ha mai mai perso la speranza di ritrovarlo e ora i suoi genitori sono convinti che il loro bambino sia Mohammed Al Habtoor. Tutto era partito da una foto scattata durante un evento mondano di cui era entrata in possesso Bianca Romano, la mamma di Mauro, dove era ritratto lo sceicco degli Emirati Arabi. Una somiglianza che per la signora Bianca Colaianni è suffragata da due cicatrici che la donna dice di aver riconosciuto osservando lo sceicco in una foto.

A Domenica Live Manuela Arcuri, che negli anni Novanta ha avuto una relazione durata circa un anno con lo sceicco Al Habtoor, ha raccontato della sua relazione con lo sceicco, spiegando di aver conosciuto il padre e i fratelli e proprio per questo motivo è convinta che lui sia Mauro Romano. “Io credo che lo sceicco sia il padre biologico” ha detto l’attrice. “Non ho mai avuto dei dubbi, i tratti somatici sono gli stessi”. Dopo mesi di voci, il settimanale Oggi è riuscito a intervistare in esclusiva lo sceicco.

“Non ho niente da dire, è una storia senza senso, offensiva per mio padre e la mia famiglia”, ha detto Mohammed Al Habtoor all’inviato di Oggi. Il settimanale riporta anche un passaggio di un “influente occidentale a Dubai”: “Se capisci che non vogliono parlare non insistere, perché se va bene ti fanno sbatter fuori, se va male ti fanno sbatter dentro”, ha spiegato a Oggi. E ancora: “Vai in Italia, vai da Ferrero, Elkann, o Benetton e digli di fare un test del Dna perché non sono quello che credono di essere, e da piccoli sono stati rapiti e poi adottati dai loro genitori. E vedi cosa succede”.

“Cercano un corpo”. Chi l’ha visto, colpo di scena in diretta sul caso di Denise Pipitone. È Piera Maggio a farlo sapere: “Dopo 17 anni…”