Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Speranze per Latorre, l’India non si oppone al suo rientro in Italia

  • Italia

Massimiliano Latorre in Italia dopo il malore? Il ministro degli Esteri indiano, Sushma Swaraj, ha dichiarato che se la Corte suprema concederà l’autorizzazione al rientro in Italia di Latorre per ragioni umanitarie “noi non ci opporremo”. Il ministro ha ribadito che “non faremo opposizione ad una decisione della Corte”. Stamattina la Corte suprema indiana – su richiesta della difesa – aveva esentato esentato Massimiliano Latorre dall’obbligo di firma presso il commissariato di polizia per due settimane per le sue condizioni di salute. Al tempo stesso i giudici avevano chiesto al governo un parere sulla richiesta di ritorno a casa di Latorre, colpito da ischemia. L’udienza è stata comunque aggiornata al 12 settembre. Qualche ora prima un po’ di preoccupazione era scaturita da quanto riportato dal  quotidiano indiano Hindustan Times, secondo il quale i fucilieri di Marina coinvolti nell’incidente che il 15 febbraio 2012 provocò la morte di due pescatori indiani al largo del Kerala “presumibilmente cercarono di coprire il loro operato spingendo il capitano della petroliera Enrica Lexie a inviare un rapporto per le organizzazioni internazionali di sicurezza marittima in cui si sosteneva che i pescatori erano armati e che questo fu alla base della decisione di sparare”. Una fonte del ministero dell’Interno indiano ha detto al giornale che “il capitano della Enrica Lexie generò un rapporto via e-mail in cui si sosteneva che sei dei pescatori a bordo del peschereccio St. Antony erano armati”. Ma gli investigatori indiani – sostiene la stessa fonte – verificarono che tutti gli undici pescatori a bordo erano disarmati e non c’erano armi sul peschereccio.



Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004