Incidente Paduli Benevento Morto Luigi Mazzeo

Si ribalta con la sua auto, Luigi muore sul colpo a 41 anni. Sposato, lascia quattro figli

Ancora sangue sulle strade italiane. Luigi Mazzeo è morto nelle scorse ore in seguito ad un terribile sinistro che non gli ha lasciato alcuno scampo. L’uomo aveva 41 anni ed è scomparso nel paese campano di Paduli, situato in provincia di Benevento. Gravissima la dinamica dell’incidente, che si è portato via per sempre il 41enne, che era sposato ed aveva anche quattro figli. Stando ai primi accertamenti, la vittima si è ribaltato con la sua Smart mentre percorreva la statale 90 bis, nei pressi di Buonalbergo.

Luigi Mazzeo non ha fatto nemmeno in tempo ad arrivare in ospedale, infatti è deceduto praticamente sul colpo. Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul luogo dell’impatto della sua automobile, hanno subito capito che la situazione fosse critica. Infatti, nonostante le manovre di rianimazione, non ha mai ripreso a respirare ed è dunque stata accertata la sua prematura dipartita. Resta da capire con esattezza cosa sia successo, in particolare perché non sia più riuscito a controllare la sua vettura.

Luigi Mazzeo Morto Incidente Paduli Benevento

L’automobile di Luigi Mazzeo ha finito la sua corsa in un campo e si è successivamente ribaltata, causando dunque la morte del 41enne. A supporto del 118 sono giunti anche i pompieri, che hanno proceduto alla messa in sicurezza dell’automobile e all’estrazione dell’uomo dalla macchina. Lavorava all’interno di un’azienda di Paduli. Al lavoro anche i carabinieri, che dovranno stabilire cosa sia accaduto in quegli istanti fatali. Intanto, la sua famiglia e l’intera comunità beneventana sono sotto choc.


Luigi Mazzeo Morto Incidente Paduli Benevento

Uno degli amici di Luigi Mazzeo ha commentato così la notizia della sua dipartita: “Nonostante le nostre strade abbiano preso direzioni diverse, ti ricorderò sempre come il compagno di stanza numero uno, ciao Luigi”. E altri hanno ricordato così la sua figura: “Non ho parole, riposa in pace”, “Eri un ragazzo corretto e bravo, un papà stupendo. E anche un grande lavoratore. Spero che la terra sia lieve, avevi ancora una vita intera da vivere. Ciao amico mio, che Dio ti possa benedire”.

A perdere la vita qualche ora fa è stato anche Raffaele De Masi. Ha perso il controllo della sua automobile, il mezzo si è ribaltato più volte, poi è scivolato in un precipizio compiendo un salto nel vuoto di una quarantina di metri. È morto così un trentenne sposato e padre di due bimbi piccoli, titolare del Time bar di via Roma a Sarezzo (Brescia). L’uomo era molto conosciuto nella cittadina in cui viveva da anni.

Pubblicato il alle ore 17:46 Ultima modifica il alle ore 17:46