I terroristi? «Le loro motivazioni condivisibili, bisogna dialogarci»

Le dichiarazioni di Alessandro Di Battista, deputato del Movimento 5 stelle e componente della commissione Affari esteri della Camera, hanno innescato una accesa polemica politica. Secondo l’esponente grillino, il terrorismo è «la sola arma violenta rimasta a chi si ribella». Pur spiegando che non ne giustifica i mezzi, Di Battista ha dichiarato che «se a bombardare il mio villaggio è un aereo telecomandato a distanza io ho una sola strada per difendermi a parte le tecniche non violente che sono le migliori: caricarmi di esplosivo e farmi saltare in aria in una metropolitana». Il riferimento è ai fatti iracheni delle ultime settimane.