Gigi D’Alessio pm 4 anni carcere

Guai giudiziari per Gigi D’Alessio, “chiesti 4 anni di reclusione”. Cosa sta succedendo

Periodo turbolento per Gigi D’Alessio, il cantante napoletano rischia fino a quattro anni di reclusione. Pena richiesta dalla Procura di Roma che ha accusato D’Alessio di reati fiscali. Nulla di confermato quindi, la sentenza è attesa nella prossima udienza del processo, fissata al 9 novembre. Insieme all’artista napoletano sono finite a processo altre quattro persone: si tratta di un socio e tre legali rappresentanti di una società riconducibile proprio a D’Alessio. Anche per loro il pubblico ministero della Procura di Roma ha chiesto una pena: due anni di carcere. Ma quale sarebbe il reato contestato al cantante napoletano?

Secondo quanto sostenuto dall’accusa, il cantante nel 2010 non avrebbe dichiarato alcuni utili tra Ires e Iva per 1,7 milioni di euro, frodando così il fisco. Ma su 4 capi d’imputazione, almeno due finiscono in prescrizione. Ora, secondo quanto ricostruito dall’accusa, Gigi D’Alessio e gli altri imputati avrebbero trasmesso “un’infedele dichiarazione fiscale delle imposte dirette e dell’Iva per l’ anno d’imposta 2010, omettendo di indicare elementi attivi di reddito per 6.040.555 euro, evadendo l’ Ires per 997.581 euro e l’Iva per 770”.

Gigi D’Alessio pm 4 anni carcere

Gigi D’Alessio, il pm chiede 4 anni di reclusione

Stando a quanto ricostruito dai magistrati e dai militari della Guardia di Finanza, Gigi D’Alessio, proprietario del 95% delle quote della Gdg Productions, insieme al suo socio e ai due legali della società che si sono avvicendati tra il 2009 e il 2010, avrebbero presentato una infedele dichiarazione dei redditi, per l’anno di imposta relativo al 2010, evadendo, in tutto, un milione e 700mila euro di tasse.


Gigi D’Alessio pm 4 anni carcere

A questo proposito Gigi D’Alessio ha sempre ribadito la sua totale estraneità ai fatti, dicendosi fiducioso nella giustizia: “Sono convinto che l’atto che mi è stato notificato sia un atto a tutela, che mi consentirà di dimostrare, nelle opportune sedi, la mia totale estraneità a fatti che non mi sono ancora chiari e noti”,

Gigi D’Alessio pm 4 anni carcere

Gigi D’Alessio fede questa dichiarazione all’inizio dell’indagine il cantante, aggiungendo: “È giusto che la magistratura faccia le verifiche che riterrà opportune. Resto, come è naturale che sia, a disposizione dell’autorità giudiziaria”. Non ci resta quindi che attendere il 9 di novembre per comprendere la decisione del giudice.

Pubblicato il alle ore 10:51 Ultima modifica il alle ore 10:51