elena pellegrini morta scalata

“Tragedia assurda”. Elena, morta a 26 anni davanti al fidanzato. I soccorsi, poi il corpo ritrovato

Una terribile morte, quella di Elena Pellegrini, 26 anni. La giovane stava facendo arrampicata con il fidanzato e con alcuni amici in Trentino, quando è scivolata su alcune grosse rocce. Per lei non c’è stato scampo ed Elena, originaria di Milano ma residente da oltre un anno a Maranello (Modena), dove insegnava spagnolo in due diverse scuole, è morta sul colpo. Da quello che è emerso, il gruppo di amici stava facendo ‘bouldering’, un’arrampicata tipica su grossi massi rocciosi, in Val Daone.

Elena Pellegrini si era allontanata momentaneamente dal gruppo ma non era più tornata e il gruppo ha allertato il 112 intorno alle 17. Naturalmente, le ricerche sono scattate immediatamente e dopo meno di un’ora il corpo senza vita della 26enne è stato trovato lungo il greto del fiume Chiese. Da una prima ricostruzione, Elena sarebbe scivolata per diversi metri lungo un pendio costituito da enormi rocce e sarebbe poi andata a sbattere sul fondo della gola.

elena pellegrini morta scalata

Come riporta Il Messaggero, Elena Pellegrini era nata a Milano e si era laureata in Lingue e letteratura straniera. Da nove anni stava insieme a Enrico Gennari, videomaker freelance, e per amore si era trasferita a Maranello. Il ragazzo è ovviamente sconvolto dopo l’accaduto: “Doveva essere un weekend all’insegna dello sport in un posto incontaminato”.


elena pellegrini morta scalata

E ancora il fidanzato di Elena Pellegrini: “Una tragedia assurda, conoscevamo bene quel posto, ci eravamo stati altre volte e avevamo fatto escursioni molto più difficili, non riesco a capire come possa essere successo”. Il sindaco di Maranello, Luigi Zironi, ha espresso cordoglio verso la famiglia di Elena: “Il nostro pensiero va al dolore indescrivibile che stanno affrontando”.

elena pellegrini morta scalata

Fatale per Elena Pellegrini è stato il violento trauma cranico procurato dall’impatto con il terreno; la ragazza purtroppo è morta sul colpo. Sono così cominciate le tristi procedure che seguono questo tipo di eventi; la salma è stata trasportata alla camera mortuaria di Pieve di Bono mentre i carabinieri ascoltavano testimoni e si preoccupavano di rintracciare la famiglia di Elena a Milano.

Pubblicato il alle ore 11:35 Ultima modifica il alle ore 11:35