Terribile schianto frontale sulla statale: un morto e 2 feriti trasportati in ospedale

In un terribile incidente stradale a Cosenza ha perso la vita un uomo. L’incidente che ha visto coinvolte due auto si sono scontrate violentemente tra di loro per cause ancora da accertare. Due persone sono rimaste ferite e affidate al personale sanitario del Suem 118 per le cure del caso, mentre è deceduto il conducente di una delle due. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi sulla strada statale 107, in prossimità del bivio per il cimitero di Cosenza.


La strada Statale 107 “Silana Crotonese” è temporaneamente chiusa al traffico, in entrambe le direzioni, al km 34,700 proprio nei pressi del cimitero di Cosenza. Il traffico è stato deviato sulla viabilità secondaria mediante uscita obbligatoria al km 34,200 per chi viaggia in direzione Crotone e al km 34,900 per chi viaggia in direzione Paola. La chiusura si è resa necessaria per consentire i soccorsi dei sanitari ed i rilievi volti ad accertare la dinamica del tragico incidente.

incidente cosenza

A Cosenza l’ultimo incidente di una lunga serie

Sul posto sono presenti, oltre ai mezzi di soccorso, le squadre Anas, i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità e per consentire la riapertura del tratto nel più breve tempo possibile. Quello di Cosenza è solo l’ultimo incidente. Proprio oggi era arrivata la notizia della morte di Cristian Parisi. Il 38enne di Fiumicino, rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto due settimane fa sulla Ostiense.


ambulanza


L’ex bomber del Focene e “folletto del Guidonia”, così lo chiamavano amici e tifosi, si è spento per le gravi lesioni riportate nello scontro. Il cordoglio di tanti amici, tifosi e compagni di squadra, si è subito fatto sentire sui social. Dove era stato creato anche un gruppo per aiutare concretamente la famiglia e la sua piccola.

vigili del fuoco


“Cristian Parisi , il Folletto di Guidonia non ce l’ha fatta… Troppo gravi le lesioni dovute all’incidente. Noi ex del Guidonia Calcio siamo tutti con te R.I.P. amico sfortunato non ti dimenticheremo”, scrive Marco Guidi Palmieri. Un fiume di dolore e tante lacrime da asciugare.

Pubblicato il alle ore 21:00 Ultima modifica il alle ore 21:00