Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Bambina morta a Catania

“So perché l’ha fatto”. Omicidio Elena Del Pozzo, la zia della bimba accusa la cognata reo-confessa

  • Italia

Bambina morta a Catania, l’accusa della zia paterna alla madre Martina Patti. Secondo Martina Vanessa Del Pozzo, sorella del papà di Elena Del Pozzo, la madre rea confessa dell’omicidio ha agito per un motivo ben preciso. Elena è stata trovata morta. La madre ha confessato l’uccisione della piccola, durante uno degli interrogatori a cui è stata sottoposta. È stata la stessa donna far ritrovare il corpo, viene confermato dalla Procura etnea.

Il cadavere della bambina è stato trovato dai carabinieri a due passi dall’abitazione della famiglia a Mascalucia, nel catanese. Il rinvenimento del cadavere della piccola Elena è stato reso possibile in seguito alle pressioni degli inquirenti durante gli interrogatori che da ieri sono andati avanti senza sosta. Sono apparse “poco credibili” agli investigatori le ricostruzioni della madre della bambina. Durante l’interrogatorio della notte scorsa la donna era stata lungamente sentita e le erano state contestate varie incongruenze. “Non capiamo come sia stata possibile una cosa del genere, il rapimento era impensabile, chi poteva immaginare quanto avvenuto?” dice Giovanni Del Pozzo, nonno paterno della bambina.

Bambina morta a Catania


Bambina morta a Catania, l’accusa della zia paterna alla madre di Elena

Bambina morta a Catania, l’accusa della zia paterna – “Sembra tutto molto strano. La madre era un tipo molto chiuso. Adesso – conclude – chi è stato a compiere un gesto del genere deve pagare così come altre persone, eventualmente, l’avessero aiutata”. Strazio e lacrime dei familiari al passaggio del carro funebre con la bara come riporta Adnkronos.

A poche ore dalla confessione parla Martina Vanessa Del Pozzo, sorella del papà della bambina da cui la mamma si era separata pochi mesi fa, secondo la quale la donna voleva incastrare proprio l’ex compagno inventandosi la storia del rapimento.

Bambina morta a Catania

Bambina morta a Catania, l’accusa della zia paterna – “Martina Patti voleva incastrare mio fratello. Un anno fa mio fratello fu accusato ingiustamente di una rapina ma fortunatamente fu scagionato completamente. Quando dal carcere passò ai domiciliari, sotto casa trovammo un biglietto di minacce con scritto: ‘non fare lo sbirro, attento a quello che fai’. Mio fratello non sa nulla di nulla. A questo biglietto la madre della bimba ha fatto riferimento dicendo che avevano rapito Elena”, si legge su Leggo.

Bambina morta a Catania, l’accusa della zia di Elena Del Pozzo – Lo sfogo della donna continua: “La madre – spiega ancora – disse che quelle persone incappucciate avevano fatto riferimento al biglietto dicendo ‘non ti è bastato il biglietto? Digli a tuo marito che questa è l’ultima cosa che fa: a sua figlia la trova morta’”.

“Elena è morta”. Epilogo choc sulla bimba di 5 anni rapita a Catania: trovato il suo cadavere


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004