andrea orlandi luana dorazio

“Il mio ultimo messaggio. Ma lei…”. Luana, morta sul lavoro: parla il fidanzato Andrea. “Lo rileggo in continuazione”

Una confessione dolorosa e dolce quella di Andrea Orlandi, il fidanzato di Luana D’Orazio, l’operaia 22enne morta a causa di un incidente sul lavoro in un fabbrica in provincia di Prato: “Mi manca lei. Il suo sorriso, un suo abbraccio, un suo bacio. Luana avrebbe dato il mondo per me”. Il 27enne, operaio in una ditta che produce materassi, era fidanzato con Luana da due anni.

Andrea Orlandi racconta a La Stampa l’ultima volta che si sono sentiti: dopo aver dormito insieme, la ragazza si era alzata presto, alle cinque, per andare a lavorare: “Il patto era che una volta arrivata in fabbrica mi mandasse un messaggio per dirmi che era tutto a posto. L’ho ricevuto alle 6, inondato di cuoricini e parole dolci. Non mi stanco mai di rileggerlo” […]. “Gliene ho mandato uno io alle 9,45 per sapere come stava andando il lavoro e per dirle che l’amavo”.

andrea orlandi luana dorazio


Qui il racconto di Andrea Orlandi diventa un incubo: “Ma lei non ha risposto. Non l’ha neppure letto, so che è morta poco prima delle 10″. La giovane coppia aveva in progetto di andare a vivere insieme: lui, lei e Alessio, il figlioletto di Luana. E poi il sogno del matrimonio. “Ma con lo stipendio da operai non avevamo molti soldi. Io, poi, ho fatto un finanziamento per l’automobile che scade tra due anni”.

E ancora: “Allora avevamo pensato di fare ancora un po’ di sacrifici per un anno, fino al prossimo marzo, e poi andare a vivere insieme”. A chi gli domanda se la fidanzata avesse mai parlato dei rischi sul lavoro, Andrea Orlandi replica: “No, dei rischi sul lavoro non le ho mai sentito dire una parola”.

Poi continua: “Qualche volta s’arrabbiava, ma può capitare a tutti, perché magari finiva più tardi rispetto al turno e questo non le garbava”. “E della sua titolare, le ha mai detto qualcosa?”, viene chiesto al giovane. La risposta: “Pensava fosse un buon segno che si chiamassero allo stesso modo. Mi diceva che era gentile, ma non è che avessero tanta confidenza. La signora era comunque la titolare dell’azienda”.

Ti potrebbe anche interessare: “Ma lui chi è?”. Chiara Ferragni, Fedez e Leone: svelata l’identità dell’uomo che è sempre con loro