All’Auditorium il calcio diventa “d’autore”

Il calcio, si sa, è lo sport più amato dagli italiani. Un’autentica passione che coinvolge e unisce milioni di persone. Dalla televisione che proietta le partite del Mondiale del Brasile, questa “rappresentazione sacra del nostro tempo”, per dirla con Pasolini, approda, dal 12 giugno al 27 luglio 2014, anche all’Auditorium Parco della Musica di Roma con la mostra “Calcio d’autore”.

Lente attraverso cui riflettere su aspetti quali nazionalismo e identità, cultura di massa e partecipazione, questo sport da sempre attrae l’immaginazione degli artisti. Nell’esposizione all’Auditorium i lavori di Elisabetta Benassi, Luca Vitone e Cesare Viel, Maurizio Cattelan, Michelangelo Pistoletto, Giancarlo Neri, Grazia Toderi, Gianni Piangentimi e Fausto Delle Chiaie parlano del calcio da prospettive diverse, come ossessione dell’arte sportiva e metafora di problematiche sociali della società globale. Nello spazio espositivo AuditoriumArte, tra sogni che cominciano da bambini e indimenticabili notti magiche, fino al 27 luglio è possibile osservare questo rito d’evasione in modo diverso, attraverso installazioni, video, fotografie, suoni e perfino un calciobalilla d’artista. Ingresso libero.