Giorgia, l’amore ritrovato dopo Alex Baroni. Chi è il fidanzato (8 anni più giovane) e padre del figlio Samuel

Figlia del musicista Giulio Todrani che fondò il gruppo soul ”Io vorrei la pelle nera”, Gorgia è una delle cantante italiane più amate. Cresce a pane a musica soul, blues e jazz e inizia a lavorare come cantante di jingle per pubblicità e poi come corista per Zucchero Fornaciari. La sua voce diventa una delle più amate nel 1994, quando a un anno dalla vittoria delle Nuove proposte, sbarca nella categoria dei Big del festival di Sanremo con “E poi”, brano che arriva solo settimo ma che sbanca in tutte le radio italiane.

La grande rivincita per Giorgia arriva nel 1995, quando il brano “Come Saprei” conquista tutti e le permette di vincere il Festival e il Premio della Critica del Festival di Sanremo. Poi arrivano tantissimi altri successi come “Gocce di memoria”, colonna sonora del film “La finestra di fronte” di Ozpetek, “Strano il mio destino”, “Vivo per lei”, “Di sole e d’azzurro” e tanti altri. Nella sua carriera, Giorgia ha duettato con mostri sacri della musica mondiale come Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Ray Charles nel 1999 al Summer Festival di Lucca cantando con lui ”Georgia on my mind”, Michael Mc Donald, Lionel Ritchie e Herbie Hancock. (Continua a leggere dopo la foto)


La vita e la carriera di Giorgia sono state stravolte dalla perdita del fidanzato, il cantante Alex Baroni, morto in un incidente in moto il 13 aprile 2002 dopo tre settimane in coma. La morte di del cantante, vittima di un incidente sulla circonvallazione Clodia (Roma), Baroni venne travolto da un’automobile che stava facendo inversione di marcia in un angolo nascosto, è stata un fulmine a ciel sereno per Giorgia. (Continua a leggere dopo la foto)

“Davo un po’ i numeri in quegli anni. – aveva raccontato la cantante a Grazia- Il mio manager mi aveva convinto a non smettere di lavorare. Addirittura il giorno del funerale mi hanno fatto prendere un aereo per l’Olanda. Ma non avrei dovuto: finivo i concerti e piangevo. A un certo punto ho pensato anche di voler morire, pensavo: così lo ritrovo subito da qualche parte. Ho toccato il fondo dei pensieri, la disperazione. La vita non mi aveva ancora insegnato che può accadere: ti saluti senza sapere che non ti vedrai più. Ma poi sono risalita – aveva concluso – perché prima o poi la vita ti insegna anche a sfruttare il dolore come risorsa”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Ad Alex Baroni Giorgia gli ha dedicato un album, ”Le cose non vanno mai come credi”, che contiene il brano Marzo, che racconta il dolore vissuto in quei giorni. Nel 2004 Giorgia ritrova l’amore grazie al ballerino, musicista e cantautore romano Emanuel Lo Iacono, dal quale ha avuto un figlio, Samuel, nato il 18 febbraio 2010.

 

“Ma che meraviglia”. Raoul Bova, la notizia lo ha raggiunto proprio adesso. Gran bel momento per lui