Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Tredicesime a rischio, moltissime aziende non pagheranno…

Una piccola impresa su quattro potrebbe essere costretta a non pagare o a rimandare il saldo della tredicesima. E’ quanto emerge da un’indagine dell’Adnkronos, condotta su un campione di oltre mille imprese distribuite in tutte le regioni italiane: il 27% degli imprenditori interpellati, tre punti percentuali in più rispetto alla stessa rilevazione dello scorso anno, dichiara di non essere in grado di onorare il pagamento; tra questi, il 43% segnala che già l’anno scorso è stato costretto a non rispettare con puntualità l’appuntamento con la tredicesima.


A fare le spese delle difficoltà finanziarie di questa parte del tessuto produttivo sarebberomigliaia di lavoratori dipendenti. Quello che emerge dai dati è che una parte consistente delle piccole e medie imprese italiane è entrata in una condizione di sofferenza da cui non riesce ad uscire. A pesare sono soprattutto le tasse e le difficoltà di accesso al credito. Tra le ragioni indicate per ‘giustificare’ il mancato pagamento della tredicesima, infatti, prevalel’eccessiva concentrazione degli adempimenti fiscali in dicembre, indicata dal 63% delle imprese che sono costrette a non pagare; scende rispetto allo scorso anno la quota di imprese, il 35%, che denuncia la mancata concessione da parte delle banche del prestito necessario a coprire l’esigenza di maggiore liquidità. Un’indicazione, questa, che rifletterebbe un primo, timido, segnale di inversione di tendenza nel settore del credito.

In questo scenario, gli importi delle tredicesime, per chi riuscirà a pagarle, è in crescita. Come evidenziato recentemente da uno studio della Cgia di Mestre, l’importo reale della tredicesima 2014 sarà più elevato rispetto a quello dell’anno scorso, grazie agli aumenti contrattuali sono stati superiori alla crescita dell’inflazione registrata quest’anno. Nello specifico, si tratta di 12 euro in più per un operaio specializzato, di 13 euro in più per un impiegato, mentre per un capo ufficio l’incremento sarà di 20 euro.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004