Rossano Rubicondi tumore al fegato

“Non è morto per un cancro alla pelle”. Rossano Rubicondi, sono i genitori a rivelarlo

Si torna a parlare della morte di Rossano Rubicondi, il conduttore televisivo, attore e modello italiano, noto per essere stato il quarto marito della miliardaria americana Ivana Trump. La notizia della sua morte ha davvero sconvolto tutti. Naturalmente anche i genitori sono ancora sotto choc e visibilmente incredibili di quello che è successo. Claudio e Rosa infatti non sapevano niente della malattia di loro figlio: un fulmine a ciel sereno che gli ha fatto crollare la terra da sotto ai piedi.

I due sono stati ospiti da Barbara D’Urso. E insieme a lei hanno tentato di fare un po’ di chiarezza sulla morte del figlio. E subito si capisce che tutto quello che abbiamo dato per certo fino ad ora in realtà non era vero. Nessun tumore alla pelle ha ucciso Rossano Rubicondi, ma un tumore al fegato con il quale combatteva da un anno. “La notizia ci ha distrutti. Noi non sapevamo niente. Non sapevamo niente della malattia di Rossano e questa cosa ci ha lasciato senza parole”.

Rossano Rubicondi tumore al fegato

E ancora il papà di Rossano Rubicondi: “Ci hanno chiamati dall’America per informarci della morte di Rossano e ci hanno detto come sono andate realmente le cose. Rossano stava entrando in doccia e una vena nel polmone è scoppiata, quindi ha perso i sensi e ha battuto la testa nella vasca. È rimasto lì, da solo, per ore”. La voce si rompe e la commozione prende il sopravvento.


Rossano Rubicondi tumore al fegato

Poi ancora Claudio, il padre di Rossano Rubicondi: “Rossano, cercando di usare un po’ di lucidità, credo non ce l’abbia voluto dire per proteggerci, per non farci preoccupare, ma noi avremmo voluto saperlo per poterlo aiutare. Sappiamo che Ivana Trump lo ha aiutato in tutto e per tutto, a livello economico-sanitario, ma noi siamo i genitori….”.

Rossano Rubicondi tumore al fegato

E concludono i genitori di Rossano Rubicondi: “Avremmo voluto saperlo. Noi siamo grati a Ivana perché non stavano più insieme da 15 anni, ma lei non ha esitato ad aiutarlo e quindi condivideremo le ceneri con lei. La ringraziamo molto per averlo aiutato in un momento, un anno, che deve essere stato molto difficile per quel tumore al fegato di cui nessuno sapeva niente se non proprio lei”.