Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Storia di Mia, la bimba di 5 anni che si sentiva un maschio. E i genitori…

  • Storie

 

Nasce femmina, ma vuole essere un maschio. Mia lo ha detto subito, non appena ha iniziato a parlare. Come riporta il Messaggero, Mimi e Joe Lemay, una coppia del Massachusetts, pensavano a un semplice capriccio passeggero della loro bimba. Ma non era così: Mia chiedeva sempre i giocattoli tipici dei maschi, voleva vestirsi come loro. Mia voleva chiamarsi Jacob e ripeteva: Perché Dio mi ha fatto in questo modo? Perché Dio mi ha fatto del male?”.

Alla fine i genitori mostrarono a Mia il video di un altro ragazzo transgender, Ryland Whittington. Il papà le chiese se volesse essere come Ryland e lasciare che tutti sapessero che era un ragazzo. Mia rispose: “Voglio essere un ragazzo, voglio essere Jacob per sempre”. Fu così che i Lemay lasciarono che cominciasse la transizione: da Mia a Jacob. Cosa è successo poi? La bimba impacciata e chiusa in se stessa è diventata un ragazzino socievole, affettuoso e con tanti hobby e interessi. “È proprio una persona diversa, sta diventando se stesso”, dice il padre.

Ti potrebbe interessare anche: “Mamma, papà, voglio cambiare sesso”. A 11 anni è già transgender. Un caso limite?



Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004