Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Malore dopo la cena al ristorante, donna muore per colpa del cibo che le hanno servito

  • Storie

È morta dopo atroci sofferenze dopo aver mangiato un cibo contaminato al ristorante. “La sua agonia – racconta il marito – è durata 12 giorni, ha sofferto tantissimo. I medici hanno provato in tutti i modi a salvarle la vita non ce l’hanno fatto. È una di quelle storie che pensi capitino solo agli altri perché è talmente assurda che, alla fine, non ci credi neppure tu. È passato un anno da quel giorno, ma ancora non riesco a darmi pace: morire per una cena al ristorante non è possibile, né giustificabile”.

>>“Perché ha lasciato la Rai”. Amadeus, da Antonella Clerici nuovi retroscena: la rivelazione in tv cambia le carte in tavola

Un dolore che non passa. “E ora aspettiamo che sia fatta giustizia”. Fatale, per una donna di 64 anni, un fungo contaminato. Aveva mangiato, nello specifico, un panino con delle spugnole crude (dei funghi), che l’autopsia ha rivelato essere stati fatali. La situazione è crollata circa un’ora dopo il pasto, quando la donna ha iniziato ad avvertire dei dolori.


Stati Uniti, mangia un fungo contaminato al ristorante e muore

Era 17 aprile 2023, e la vita di Donna e Joe Ventura di Gallatin Valley, nello stato del montana, stava cambiando per sempre. Le tossine delle spugnole crude contenute nel panino che Donna aveva mangiato al Dave’s Sushi stavano distruggendo il suo corpo: prima i reni, poi il fegato, l’esofago e la trache. La situazione è sembrata subito disperata, ma la lucidità non se n’è mai andata tanto che Donna, negli ultimi momenti di vita, ha chiesto un foglio per scrivere il suo addio alla famiglia.

Dopo 12 giorni di terapia intesiva al Bozeman Health la 64enne è morta. Subito dopo il ristorante era stato soggetto ad una ispezione. Dopo la quale il gestore aveva commentato: “Prendiamo molto sul serio questi rapporti di ispezione sanitaria. Apprezziamo quanto sia diligente il dipartimento sanitario della città-contea di Gallatin mentre lavora con noi per perfezionare le nostre procedure di manipolazione degli alimenti”.

“Il dipartimento sanitario ha condotto sei (6) ispezioni da metà aprile, quando abbiamo contattato il dipartimento sanitario dopo aver appreso che i nostri clienti si erano ammalati a causa di quelli che ora sono stati identificati dalla FDA come spugnole. Non serviremo più le spugnole come voce speciale del menu”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004