Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Bere bevande troppo calde tumore

“Può provocare tumori”. Usato da tutti, l’alimento finisce nella lista delle sostanze cancerogene

  • Salute

Bere bevande troppo calde fa male? Nel 2016 l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (International Agency for Cancer Research, IARC) ha reso noto un volume che raccoglieva tutte le preziose informazioni sul legame tra consumo di bevande calde e cancro. Dopo l’attenta analisi degli studi scientifici da parte di una commissione di esperti è stata effettivamente rilevata una relazione tra consumo di bevande calde e incidenza del tumore dell’esofago.

Bere bevande troppo calde fa male? Sul sito Airc.it si apprende che “l’alta temperatura facilita lo scioglimento delle sostanze chimiche e degli aromi e aumenta il senso di gratificazione e benessere associato al consumo. In più inattiva almeno parzialmente i microrganismi patogeni e le tossine”.

Leggi anche: “Va tutto a fuoco”. Enorme incendio nella città italiana: nube nera, danni e intossicati

Bere bevande troppo calde fa male rischio tumore esofago


Bere bevande troppo calde fa male? La risposta degli esperti

E ancora: “Non è un caso se il consumo di tè è molto diffuso in Paesi dove far bollire l’acqua prima di utilizzarla è un requisito igienico fondamentale. Le bevande calde sono di solito servite a una temperatura di 71-85°C e consumate quando la temperatura scende a 50-70°C”.

Bere bevande troppo calde fa male rischio tumore esofago

A conclusione degli studi condotti in merito a questo, la IARC ha concluso che il consumo regolare di bevande molto calde, ovvero a una temperatura superiore a 65°C, è “probabilmente cancerogeno”. Nello specifico l’indagine è stata condotta in Asia in merito al consumo di tè caldo, o ancora sul consumo di mate in Sud America. In tal senso caffè e mate rientrano nel gruppo 3 delle sostanze non classificabili come cancerogene per l’uomo.

Bere bevande troppo calde fa male rischio tumore esofago

“Diversi studi scientifici hanno dimostrato che chi consuma più volte al giorno bevande molto calde, a una temperatura superiore a 60-65°C, ha una probabilità più alta di sviluppare il tumore dell’esofago”, si apprende ancora sul sito Airc.

Nessuna relazione provata invece tra consumo di bevande molto calde e tumore dello stomaco o delle vie aeree e digestive superiori. Sempre sul sito Airc.it n merito al rischio di sviluppare il tumore all’esofago si legge che “diversi studi hanno messo in luce che il rischio di sviluppare questo tipo di tumore è influenzato dalle abitudini alimentari, in particolare dall’abitudine di bere bevande molto calde”. Il consiglio resta dunque quello di consumare la bevanda lasciandola raffreddare a una temperatura inferiore a 60°C.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004