Mangiano un cornetto all’esterno della pasticceria: multa da 400 euro a testa

Una colazione che difficilmente dimenticheranno. Due brioche infatti, sono costate 400 euro. Una multa salatissima che è toccata a 3 persone, 2 clienti e il proprietario di una pasticceria, nel cuore di Treviso. Dove il sindaco Mario Conte, scrive Il Gazzettino, aveva avvertito i suoi concittadini dei controlli dei vigili.

Il titolare della pasticceria è stato anche segnalato in Prefettura. Una multa che, sul web, ha fatto immediatamente scalpore al pari di altre che, nei mesi del lockdown e in questi primi giorni di Fase 2, hanno avuto come sfortunati protagonisti altri cittadini. I controlli da Nord a Sud per verificare il rispetto delle misure anti-Covid, si sono intefisicati, nel primo weekend della Fase 2 dell’emergenza coronavirus. Sotto la lente in particolare le zone del lungomare e i parchi, meta di molti runner e famiglie che hanno approfittato della bella giornata per fare una passeggiata o una ‘pedalata’ all’aria aperta. Anche le zone della movida sono sorvegliate, in particolare a Milano i Navigli, dopo gli assembramenti dei giorni scorsi. Continua dopo la foto


Controlli delle forze dell’ordine anche sulle strade d’uscita dalle città per evitare eventuali ‘fughe’ al mare o verso le seconde case. Runner e gente in bici che non rispettano le distanze, bimbi che giocano insieme, ragazzi che parlano in gruppo o si abbracciano senza gli strumenti di protezione, in tanti senza mascherina: dall’inizio della ‘fase 2’ il lungomare di Pescara e le vie del passeggio vengono invase quotidianamente da migliaia di persone, al punto che, dopo le polemiche di Milano, la riviera del capoluogo adriatico viene paragonata ai Navigli. Continua dopo la foto

Monito del sindaco Carlo Masci che parla di “atteggiamenti rischiosi” e invita i cittadini al “buon senso”, chiedendo loro di non costringerlo a “fare nuovamente provvedimenti rigidi di contenimento”, che pure è pronto ad adottare se si dovesse rendere necessario e multa salta per tutti. Grande afflusso nei principali parchi della Capitale e nella pineta di Castel Fusano oggi, primo sabato della Fase 2. Continua dopo la foto
040320
{loadposition intext}
Sono in corso controlli della polizia locale e delle forze dell’ordine all’interno di parchi e ville storiche per evitare assembramenti. In città sono stati disposti anche posti di controllo dove vengono fatte fermare le auto in transito per le verifiche sul rispetto delle restrizioni sul coronavirus Finora sono seimila i controlli effettuati dalla polizia locale di Roma e una quindicina le sanzioni effettuate per il mancato rispetto delle norme anti- Covid. Tra queste due persone multate perché passeggiavano in spiaggia a Ostia sul bagnasciuga. Le altre sanzioni, secondo quanto si è appreso, hanno riguardato soprattutto spostamenti senza valido motivo verso il mare.

Ti potrebbe interessare: Lutto in serie A: Andrea Rinaldi dell’Atalanta morto a 19 anni. Stroncato sul colpo: cosa è successo