La storia della Maserati si mette in vetrina

Maserati mette in vetrina la sua storia con una mostra dedicata al centenario del “tridente” al Museo Enzo Ferrari di Modena. La rassegna, battezzata “Century of Pure Italian Luxury Sports Cars”, ripercorre la vita della casa automobilistica italiana attraverso l’esposizione di alcuni tra i modelli da strada e da pista più significativi della sua storia. Tra i pezzi forte della mostra ci sono automobili come la Tipo 26, la prima vettura a fregiarsi del marchio del “tridente”, e la V4 Sport Zagato, che stabilì il record mondiale di velocità nel 1929 con Baconin Borzacchini, ricarrozzata nel 1934 da Zagato e premiata nel recente Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Non poteva mancare la Maserati 250 F vincitrice del Campionato del Mondo di Formula Uno con Juan Manuel Fangio nel 1954 e nel 1957, anno in cui l’asso argentino trionfò dopo una rimonta furiosa nell’epico Gran Premio di Germania sul circuito del Nürburgring. Una monoposto leggendaria, che contribuì a costruire il mito della Casa del Tridente negli anni Cinquanta.