Esce di strada e si schianta contro un mezzo in sosta, 31enne muore sul colpo. Inutile ogni soccorso

Terribile incidente stradale intorno alle 20 di ieri, 11 novembre, a Brondolo. Per cause ancora da accertare un uomo a bordo di una Fiata Panda è uscito di strada ed è morto. La vittima, 31 anni, è finita contro alcune auto all’interno di un parcheggio: l’impatto è stato fatale. La vettura è andata completamente distrutta. Ad avvertire i soccorsi alcuni passanti e residenti attirati dal boato dello schianto. Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri e il 118.


Per il ragazzo, residente nei pressi di Brondolo (sembra a Chioggia), non c’è stato nulla da fare: era già morto all’arrivo dei medici. Per ore i vigili del fuoco hanno lavorato per estrarlo dalle lamiere. Sul sinistro indagano i carabinieri. Il traffico è stato deviato lungo altre direttrici per consentire prima i soccorsi, poi i rilievi ed infine la pulizia della strada.

incidente brondolo


Quello di Brondolo è solo l’ultimo incidente in ordine di tempo. Solo 24 ore prima aveva destato profonda sensazione la morte di una mamma di 2 bambini a Messina. La donna era a bordo del suo scooter Kymco Downtown, quando per cause in corso di accertamento, si era schiantata contro una moto Ducati. L’impatto non le aveva dato alcuno scampo, infatti una volta caduta dal mezzo a due ruote ha sbattuto sullo spigolo di un marciapiede.


vigili del fuoco


L’urto è stato mortale e i sanitari del 118 non hanno potuto fare niente per salvarla. Domenica scorsa, sempre in Veneto (nei pressi di Verona) a poche centinaia di km da Brondolo, uno spaventoso incidente era costato la vita a 4 persone. Mamma Tatiana Celina, 40 anni e papà Francisc Ciobanu, 45 di origini rumene, erano andati a prendere la figlia Diana Francesca in arrivo da un viaggio in Toscana.

ambulanza


Era quasi mezzanotte e la loro station wagon correva sul rettilineo della Triestina, a Quarto d’Altino. Un’utilitaria sbandava e invadeva la corsia opposta. Alla guida c’era Jyotika Piaser, una 29enne di origine indiana, diretta a casa sua da San Donà di Piave a Mestre, dopo una serata in un bar. Nessuno si era salvato.

Pubblicato il alle ore 08:39 Ultima modifica il alle ore 09:12