Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Fermati”. Choc in diretta, paura a Mattino 4 per l’inviato del programma a Trevignano

Mattino 4 Federica Panicucci

Altissima tensione nella mattinata del 4 giugno nello studio di Mattino 4, il programma condotto da Federica Panicucci e Roberto Poletti su Rete 4. Un episodio molto grave è stato trasmesso dalla redazione e inevitabilmente ci sono state discussioni in studio, con la conduttrice che si è arrabbiata non poco per le immagini che sono state mandate in onda.

Infatti, durante Mattino 4 di Federica Panicucci e Roberto Poletti c’è stato quasi un momento di grosso pericolo per uno dei dipendenti del programma, che avrebbe rischiato tanto nonostante le smentite di rito. Il servizio trasmesso ha lasciato senza parole il pubblico che in quel momento era piazzato davanti al piccolo schermo.

Leggi anche: “Scusatemi”. Alessandro Greco, problemi in diretta alla prima di Unomattina Estate: la regia interviene

Mattino 4 Federica Panicucci


Mattino 4 di Federica Panicucci e Roberto Poletti: paura in studio per l’inviato

Grandissima preoccupazione a Mattino 4 da parte di Federica Panicucci e Roberto Poletti perché un inviato sarebbe quasi stato investito. Lui ha infatti urlato davanti all’auto, che sembrava potesse metterlo sotto: “Che fa, mi mette sotto? Mi mette sotto? Non ho capito”. Ma l’avvocato di una donna al centro di una storia molto discussa ha fornito un’altra versione: “Ho l’esatto video da un altro punto di vista, non è stato investito. Gridare al lupo non vuol dire che c’è il lupo”.

Mattino 4 Federica Panicucci

Ad accusare di essere stato quasi investito è stato l’inviato Paolo Capresi, che si trovava a Trevignano per la presunta veggente Gisella Cardia, che avrebbe dovuto avere l’apparizione della Madonna. L’inviato ha provato a vedere se in questa vettura ci fosse la donna, ma la macchina ha proseguito la sua corsa e lui ha temuto il peggio. L’avvocato Solange Marchignoli ha aggiunto: “Fare il lavoro del giornalista non è tentare di aprire le automobili, si chiama reato di violenza privata“. E la Panicucci: “Addirittura?”. La legale di Gisella ha continuato: “Sbatte la mano sul cofano, non fa passare la macchina”.

Poletti ha difeso il suo inviato: “Lui è un giornalista che sta fermando un personaggio noto alle cronache. Lei sta accusando un professionista”. Ma l’avvocato ha insistito: “Ho un video in cui prova ad aprire l’auto forzando la portiera. Questo non è giornalismo”. E Federica Panicucci ha chiuso il tema, mostrando tutta la sua rabbia: “Noi siamo davanti ad una messa in scena, ad una sedicente veggente che dice bluffando di vedere la Madonna, ingannando i fedeli e probabilmente riceve delle offerte. Stiamo parlando di una buffonata”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004